Home Sport

Calcio, Napoli – Lavezzi più no che si per la Roma

0
CONDIVIDI

Continua la settimana di preparazione degli azzurri in attesa della sfida di domenica prossima che li vedrà contrapposti alla Roma in un San Paolo che registrerà per l’ennesima volta il tutto esaurito. Una partita molto importante per l’economia della stagione azzurra, i ragazzi di Mazzarri occupano attualmente il quinto posto con 40 punti a dieci lunghezze esatte dai capitolini.

Il tecnico di San Vincenzo non avrà particolari problemi di formazione ed i dubbi più grandi rimangono attorno alla presenza di Lavezzi. Accertato che Santacroce sarà sicuramente ancora indisponibile (ieri Mazzarri ha dichiarato “Dalla guarigione clinica a una partita di serie A ce ne passa” riferendosi all’infortunio al menisco del ginocchio sinistro che tiene lontano il giocatore dai campi di gioco da ormai oltre 5 mesi) non è ancora sciolto il nodo Lavezzi. Il talento ex San Lorenzo potrebbe andare con molta probabilità in panchina “È un giocatore importantissimo per il Napoli, ma finché non è al cento per cento andrò cauto. Se il contributo che il Pocho può attualmente offrire è del quaranta per cento, è meglio che non giochi e dare spazio a un altro” ha dichiarato l’allenatore napoletano.

In questo caso sarebbe confermato in avanti Denis che ultimamente sta ben figurando anche se in più di un’occasioni è risultato poco concreto sotto porta. L’argentino, come accaduto nelle ultime giornate, verrbbe affiancato da Hamsik e Quagliarella, per quanto la buona prova offerta dall’austriaco Hoffer in quel di Siena potrebbe far mettere la pulce nell’orecchio del mister toscano.

In oltre tornando sul discorso Santacroce Mazzarri ci ha tenuto a sottolineare che i sostituti del giocatore italo-brasiliano stanno facendo più che bene “Quando Santacroce sarà effettivamente pronto, dovrà aspettare il suo turno. C’è Grava che al momento è titolare grazie alla continuità di rendimento. E poi c’è Rinaudo, vogliamo dimenticarlo? Ci sono Aronica, che nasce come centrale difensivo, e Dossena che ha superato i problemi fisici”.

Simone Meloni