Elisa Isoardi racconta quello che ha provato mentre Bigazzi dava la ricetta del gatto

Elisa Isoardi, conduttrice de La Prova del Cuoco, a distanza da qualche giorno dalla vicenda che ha costato l’espulsione dal programma dell’esperto culinario, Beppe Bigazzi, parla dell’accaduto manifestando tutto il rammarico e l’orrore per le affermazioni del suo ex collega.

Dopo l’espulsione dal programma culinario, La prova del cuoco, di Beppe Bigazzi, reo di aver esaltato, durante una puntata in diretta tv, la “bontà” della carne di gatto, dandone anche la ricetta per poterla cucinare, a parlare è la collega e conduttrice della trasmissione di RaiUno, Elisa Isoardi, ancora sconvolta per l’accaduto. La reazione della giovane conduttrice, è stata forte: una volta a casa, ha cercato il suo gattino, un persiano bellissimo, e stringendolo a sè ha sentito di dovergli delle scuse: “scusa per quello che in diretta aveva detto il mio collega Beppe Bigazzi, e cioè che i gatti sono un ottimo cibo da cucinare”.

La Isoardi ammette sulle pagine del settimanale DiPiù, di provare ancora grande difficoltà nel parlare dell’accaduto, ricordando la reazione di smarrimento ed orrore nel corso della puntata incriminata. “Mi si è ghiacciato il sangue, ho sgranato gli occhi esterrefatta, cercando di fargli capire se si rendeva conto di quello che stava dicendo”, dice Elisa, in riferimento al collega.

Nonostante le successive giustificazioni pervenute da Bigazzi, che ha parlato di semplice “fraintendimento”, la Isoardi replica: “La nostra è comunque una trasmissione di cucina, per famiglie. Le parole di Bigazzi, qualora avesse voluto riferirsi solo al passato (ovvero a vecchie tradizioni contadine, ndA), erano lo stesso fuori luogo. Ha sbagliato e la Rai ha agito di conseguenza. Io, purtroppo, ho il grande rammarico di non essere riuscita a interrompere in tempo queste sue dichiarazioni”.

E alla domanda se ora si sentisse un pò in colpa, la conduttrice ha ammesso: “Sì, anche perchè io sono un’animalista e per due anni ho presentato Pongo & Peggy, trasmissione dedicata proprio agli animali domestici. Senza contare poi il mio amore smisurato per il mio gattino Otello, un persiano nero fantastico, che è entrato nella mia vita proprio alla vigilia della mia prima puntata alla conduzione de La prova del cuoco, sollevandomi, tra l’altro, da un grande dolore”, ovvero quello di aver perso, in precedenza, un’altra gattina. Le parole di Bigazzi, sono state per Elisa, una doccia fredda: “Ho sentito la morte dentro, come se mi strappassero per sempre una persona cara”.

Emanuela Longo

Notizie Correlate

Commenta