Home Spettacolo Gossip Isola dei famosi partenza difficile: Simona Ventura cade e Denis Dallan si...

Isola dei famosi partenza difficile: Simona Ventura cade e Denis Dallan si fa male

Ieri sera è partita la settima edizione de “L’isola dei famosi”, e sicuramente la partenza non è stata delle migliori. La puntata ha inizio con la presentazione dei vip in gara: Clarissa Burt, Aldo Busi (che ieri ha festeggiato in diretta i suoi 62 anni), Denis Dallan, Claudia Galanti, Loredana Lecciso, Federico Mastrostefano, Sandra Milo, Simone Rugiati, Nina Senicar e Luca Ward. La prima puntata si è contraddistinta infatti per gli infortuni dei naufraghi, e per lo scivolone in diretta di Simona Ventura.

La Simona nazionale cade a terra, probabilmente per colpa di un gradino sfuggito alla sua attenzione, ma in un attimo si rimette in piedi, leggermente scossa esclama: “Tutto a posto, l’importante non è cadere, ma sapersi rialzare”. Più seri invece gli incidenti dei già provati naufraghi, che, lanciandosi in mare dall’elicottero, si ritrovano poi sulla terra ferma pieni di acciacchi. Luca Ward infatti si fa male alla schiena, Federico Mastrostefano alla caviglia, Claudia Galanti al fondoschiena.

L’infortunio più serio è capitato però a Denis Dallan, giocatore di rugby: il concorrente subisce una distorsione al ginocchio e alla caviglia, così, portato di peso in riva scoppia a piangere per il dolore. Federico Matrostefano, ex tronista di “Uomini e Donne” ed ex campione di nuoto per salvamento esordisce duro:  “Qualcuno mi spieghi questa cosa. Come si fa a buttarsi da un elicottero da un’altezza di dieci metri con un fondale di un metro. Si è sbagliato il pilota?”. La Ventura decisamente in apprensione sembra opporsi con la scelta degli autori che la invitano ad andare avanti con la trasmissione, senza soffermarsi. A questo punto però, Simona non ci sta, e stravolge il finale della puntata impedendo ai non famosi di votare. I nominati quindi, vengono resi noti solo tramite il voto dei VIP, e sono: Aldo Busi, Federico Matrostefano e Simone Rugiati.

V.G.

Comments are closed.