Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo La famiglia Knox da Oprah Winfrey

La famiglia Knox da Oprah Winfrey

Si continua, senza fine, a parlare e a raccontare dell’oscuro omicidio della studentessa inglese Meredith Kercher avvenuto nella notte del 1 novembre del 2007 in Italia, con precisione a Perugia città in cui la Kercher era giunta nell’ambito del progetto universitario Erasmus. Le ultime parole sulla vicenda sono state pronunciate dalla famiglia di Amanda Knox nel salotto della regina dei talk show americani, Oprah Winfrey.

Dopo che la studentessa di Seattle, Amanda Knox, a dicembre dello scorso anno è stata condannata in Italia a 26 anni di reclusione, perché giudicata colpevole dell’omicidio della compagna di appartamento Meredith Kercher, continua la crociata dei genitori in difesa della propria figlia che si professa innocente.

La condanna della Knox non è mai stata vista di buon occhio negli Stati Uniti e i genitori di Amanda hanno voluto raccontare in tv la propria versione attraverso la trasmissione di Oprah Winfrey. “I media hanno raccontato che Amanda era una malata del sesso, una ragazza leggera. Hanno detto che abusava di droghe e che ha ucciso Meredith in un’orgia di morte. Il pubblico europeo sembra ossessionato dall’immagine di una bella ragazza americana che nasconde un segreto oscuro”, ha detto la Oprah. Il padre Curt Knox invece, prima di allontanarsi dalle telecamere per l’emozione, ha aggiunto: “uno dei momenti peggiori per me è stato quando Amanda in prigione ha pianto per 45 minuti tra le mie braccia”. In Italia “i media possono dire ciò che vogliono, senza portare prove”, ha poi concluso.

La parola è stata poi ceduta anche alla sorella e alla mamma di Amanda. La sorella 21enne, Deanna, ha spiegato in che modo cerca di essere un punto di riferimento per i fratelli minori e come Amanda “resta la più forte. Lei è la sorella maggiore, io sono solo una sostituta”. Edda Mellas, la mamma, ha raccontato agli spettatori di tutti i potenziali errori commessi dagli inquirenti italiani, di come il primo interrogatorio a cui Amanda è stata sottoposta sia avvenuto senza la presenza di un avvocato o la possibilità di effettuare una registrazione. Ricostruzione che ha fatto sbarrare gli occhi alla Oprah Winfrey.

Nella vicenda che lo scorso dicembre sollevò una serie di polemiche, intervenne anche il Segretario di Stato Usa Hillary Clinton in merito alle accuse di un presunto antiamericanismo dell’opinione pubblica italiana.

Michele De Chirico