Sabato il Popolo Viola torna in piazza (con Pd e Sinistra)

A quasi due mesi di distanza dal No Berlusconi Day dello scorso 5 dicembre, quasi oltre 800mila persone attraversano le strade di Roma per formare un enorme onda viola e rossa che chiese le dimissioni del premier, il Popolo Viola, nato in circostanze non del tutto chiare su Facebook, si è dato nuovamente appuntamento, questo sabato, a Piazza del Popolo per manifestare contro il legittimo impedimento.
La manifestazione, “La legge è uguale per tutti”, è stata convocata lo scorso 11 febbraio dal P.V. di Roma, dal Presidio Permanente di Montecitorio e da San Precario, il misterioso blogger, di cui nessuno conosce l’identità, che già aveva fondato il gruppo da cui era scaturito il No B Day.

Il gruppo del Popolo Viola, che oggi conta oltre 215mila iscritti, ha deciso di avvicinarsi allo spirito della manifestazione di sabato (ore 14.30) pubblicando una foto di Sandro Pertini, il Presidente partigiano scomparso il 24 febbraio 1990. “La legge è  uguale per tutti. – si legge nell’immagine – Presidente…ci manchi”.
Semplici parole che ben descrivono lo stato d’animo di quella larga parte di popolo italiano stanco della classe dirigente attualmente al governo, politico ed economico, del Paese.

A differenza del 5 dicembre, quando il palco di Piazza San Giovanni venne interamente finanziato dall’Italia dei Valori e centinaia di pullman furono organizzati dalla Federazione della Sinistra come testimoniato dalle decine di migliaia di bandiere rosse presenti, questa volta, anche per evitare ulteriori polemiche legate a possibili “inciuci” con Di Pietro, gli organizzatori hanno deciso di affidarsi interamente all’autofinanziamento.
Proprio all’inizio di questa settimana è stata lanciata la campagna di sottoscrizione “20mila euro in 1000 minuti”; al momento i “viola” hanno raccolto quasi tutti i 26mila euro necessari ad installare in piazza un camion-palco da cui si susseguiranno interventi politici e musicali.

In piazza saranno presenti, oltre al P.V., Articolo 21, l’Anpi, la Federazione della Sinistra, l’IdV e, a sorpresa, il Partito Democratico, la cui adesione è stata confermata dallo stesso Bersani che ha spiegato: “Noi siamo contrarissimi al legittimo impedimento. Quindi in piazza ci saranno tantissimi nostri dirigenti e militanti”.
In piazza saranno presenti anche Ignazio Marino (Pd), Oliviero Diliberto e Paolo Ferrero (FdS) e Antonio Di Pietro (IdV).
Guglielmo Epifani, a nome dell’intera Cgil, ha rivolto oggi i “migliori auguri per una manifestazione […] che sara’, senza dubbio,  bella e serena”.

Mattia Nesti

Notizie Correlate

Commenta