Ucciso agente della Polfer intervenuto in difesa della fidanzata

Tragico evento a Rho. Un ex bancario, depresso a causa del licenziamente, uccide con un coltello un agente della Polfer, intervenuto in difesa della fidanzata russa, pesantemente insultata e molestata dall’omicida e da un suo amico.

Il 30enne Salvatore Farinaro, originario di Nola in provincia di Napoli e agente della Polizia Ferroviaria, è morto la scorsa notte a Milano. L’uomo è stato ucciso a coltellate per essere intervenuto in difesa della propria fidanzata, una ragazza di origine russe, molestate da due italiani.
Già arrestato il responsabile del delitto: ex dipendente bancario di 31 anni, si chiama Cristian Giola. L’ex impiegato pare fosse in cura presso dil Centro riabilitativo di accoglienza rhodense, in quanto il licenziamento gli aveva provocato una forte depressione.

L’altro uomo pare, quantomeno allo stato attuale dei fatti, estraneo all’omicidio. Giola e il suo amico, verso le 21 e 30, sarebbero entrati in un bar dove si trovava la ragazza russa, barista di 34 anni. Inna, questo il suo nome, era seduta ad un tavolo mentre stava mangiando con un’amica, Yinxia Chen, proprietaria cinese del bar Retrò di Rho. I due hanno cominciato ad insultarla e ad infastidirla pesantemente.

Farinaro, allertato dalla fidanzata, si è precipitato nel bar di via Meda, proprio vicino alla stazione ferroviaria dove prestava abitualmente servizio.
I due uomini nel frattempo avevano lasciato il locale ma non si erano ancora allontanati. Proprio fuori dal bar è scoppiata la rissa e l’agente Polfer è stato colpito al collo da Giola, con un coltello multiuso. Un solo colpo, ma fatale. Sul posto è arrivata l’ambulanza ma l’uomo, trasportato con urgenza al nosocomio cittadino, è spirato poco dopo le 22.
Raccolte le testimonianze di alcuni testimoni, l’ex bancario è stato arrestato e trasportato nel carcere di San Vittore.

La proprietaria del locale dove si è svolta parte dei fatti ha dichiarato di non aver mai visto quei due uomini e che erano visibilmente alterati dall’alcool.

Valeria Panzeri

Notizie Correlate

Commenta