Home Spettacolo “Amici” (pomeridiano del 26-02-2010 seconda parte). La dolcezza di Emma e le...

“Amici” (pomeridiano del 26-02-2010 seconda parte). La dolcezza di Emma e le finte moine di…

 

La risposta della verace salentina alle parole di Loretta Martinez, non si fa attendere. Emma ha da sempre dimostrato di non mandarle a dire a nessuno. E infatti conferma il fatto di non avere peli sulla lingua rispondendo all’rvm di Loretta Martinez.

A suo avviso, l’approccio artistico ai pezzi da portare sul palco è affare suo e di Pino Perris e la docente non ha alcun diritto di contestare tali scelte, a meno che non decida di accusare anche Perris: “Lei non è la mia insegnante e non capisco l’attaccamento a capire come faccio i pezzi”. La ragazza si reputa un’artista con una sua sensibilità e rivendica con orgoglio il fatto di mettere se stessa nelle cose che fa: “Mi reputo una persona che ha il coraggio di prendere una posizione sul pezzo. Io ho il coraggio di portare avanti quello che è Emma. È quello che lei scambia per eccesso”.

Ciononostante non si esime dall’elencare le varie volte nelle quali ritiene di aver messo da parte la grinta vocale a favore della dolcezza, che Loretta evidentemente non ha visto. L’elenco comprende i duetti con Pier Davide, Walk on the wild side e Vorrei incontrarti tra cent’anni, e Insieme a te non ci sto più.

Poi, giusto per alzare il tiro della polemica preannunciata tra le cantanti della squadra Bianca e di quella Blu, Emma si dice convinta del fatto che la coach della sua rivale dovrebbe gioire delle sue scarse abilità, perché altro non metterebbero in risalto le capacità di Loredana: “Se la signora non riesce a sentire le cose e si attacca a tutto pur di difendere la sua allieva sta sbagliando. Lei non si deve preoccupare, anzi se il mio modo di cantare non va bene deve ringraziarmi così va più in alto la sua alunna”. In merito al brano che l’insegnante vuole far assegnare alle ragazze, Emma accetta la sfida, anche se non modificherà il suo modo di cantare per compiacere nessuno: “Non cambio il mio modo di essere. Mi sta bene cantare così, con eccessività e aggressività anche se tante volte c’è più dolcezza nel mio modo piuttosto che nelle finte moine…a me parla di eccesso? Sta scherzando!”.

A chi si stara riferendo? boh!