Calcio, De Laurentiis:”Hamsik? Se Moratti offre 50 mln…”

De Laurentiis ha lasciato delle dichiarazioni in videochat per la Gazzetta dello Sport.

Ecco quanto riporta TuttoNapoli.net :

“Mourinho? Non credevo fosse oggetto di tanto interesse. Non è un uomo dal grande senso dell’umorismo, si prende troppo sul serio. Noi che facciamo cinema abbiamo il senso dell’ironia. Lo vedrei bene in un film con la Ferilli, che e’ una tosta romanista avrebbero molto da battibeccare”.

Su Calciopoli
“Quando non sapevo nulla di calcio feci il film Tifosi, non potevo interferire con il cast e con il regista perchè non conoscevo tanti aspetti di questo magnifico sport.. Adesso percepisco altre sensazioni, magari gireremo il remake. Quella pellicola ha anticipato lo scandalo italiano del calcio”.

Sul prossimo match con la Roma
“La squadra giallorossa è proiettata già alla gara di domenica dopo il trauma europeo. Per il Napoli e’ un match importantissimo. Da una settimana ci stiamo preparando a questa sfida. Mazzarri sta pensando a tutti gli schemi possibili ed immaginabili La Roma è temibile con o senza Totti e Toni. Mi auspico un match all’insegna del buon calcio e rispetto reciproco. L’amore e’ il motore del mondo. Sono due squadre che meritano attenzione”.

La dinastia De Laurentiis come gli Agnelli
“Me lo auguro, spero che i miei figli possano dar seguito al mio lavoro. Spero che il calcio possa diventare internazionale, altrimenti i tifosi si possono divertire poco”

Stadio San Paolo
“Abbiamo migliorato la frequentazione dell’impianto. Non siamo nella libertà di gestire completamente il catino di Fuorigrotta. E’ una risorsa che andrebbe sfruttata meglio. Ho acquistato una società dalle ceneri del fallimento. Ho ricominciato da zero: sono passati 5 anni e siamo da 3 anni in A. Quando sono arrivato non c’era niente, nemmeno una sedia. Nei prossimi anni c’e’ molto da costruire”.

I tifosi chiedono un top player e un grande bomber
“Noi fabbrichiamo campioni in casa, rispettando il budget degli ingaggi. Portiamo avanti il concetto del collettivo non del singolo. Vorrei vedere tanti azzurri in doppia cifra. Avere un cannoniere in squadra non ti cambia la vita, guardate l’Udinese con Di Natale. Comprerò 12 Messi quando questo calcio arcaico e segnato cambierà. Sogno un campionato europeo per club. E’difficile comprare un bomber affermato. Puntiamo a giocatori in ascesa e motivati. Cassano e’ un giocatore che mi sta molto simpatico ma non si sposa bene con le nostre esigenze. Il nostro club ha un decalogo comportamentale: chiediamo impegno e serietà. Non ho bisogno di persone che possono essere strepitose 10 volte, ma poi non mi danno continuita’”.

Frenata per quanto riguarda il Napoli Channel
“Lo stiamo studiando e verificando. Ho a disposizione un canale Sky: c’e’ un aspetto tecnico ed editoriale da valutare. Voglio capire anche come andranno a finire i diritti collettivi. Vedremo se fare un canale piu’ nazionale o internazionale. Iniziare e’ facilissimo, ma mantenerlo in maniera interessante è piu’ difficile. Credo che partirà dal prossimo anno.Bisogna offrire ai nostri tifosi sia argomentazioni tecniche che contenutistiche.”.

Spartizione diritti tv
“Una grande cavolata. La legge Melandri impoverisce società in crescita come il Napoli”.

Sulla lotta per il quarto posto
“Non conta nulla fare un pronostico. Voglio vedere quante squadre arriveranno fino alla fine. Non faccio lo spettacolino per gli altri. Siamo dei burattini in mano ai burattinai. Ho sempre detto che puntiamo all’Europa League. Il calcio va rifondato: bisogna capire quanti hanno interesse a rifondarlo.Con la legge Melandri il Napoli farà parte delle altre sorelle più povere che parteciperanno all’Europa League”.

Il presidente ha poi blindato, per l’ennesima volta, Marek Hamsik
“E’ un patrimonio del Napoli, resta. I contratti vanno rispettati. Se Moratti mi offre 50-60 milioni ne parliamo, sono un imprenditore”.

Pasquale Della Valle

Notizie Correlate

Commenta