Home Anticipazioni

Calcio, Kaladze: “Qui cose sporche”. Il Milan: “Agiremo per vie legali”

CONDIVIDI

Difficilmente, ormai, si può considerare Kaladze un giocatore del Milan. Da quando è arrivato Leonardo, il difensore georgiano è finito quasi sempre in panchina. Anche quando Nesta e Thiago Silva hanno avuto problemi fisici, il tecnico brasiliano gli ha preferito Favalli o Bonera. Insomma, i tifosi del diavolo lo considerano praticamente un ex, anche perché già a gennaio stava per cambiare squadra. Per non parlare di quando, qualche stagione fa, fu a un passo dal Chelsea allora di Mourinho.

I rapporti tra Kaladze e il club di via Turati, quindi, già poco buoni, da oggi in poi possono considerarsi pessimi. Queste le dichiarazioni rilasciate dal difensore nel tardo pomeriggio: “Non gioco mai, è una scelta dell’allenatore e della società. A giugno farò le mie scelte, se continuerò a non giocare lascerò sicuramente la squadra. Sono stato messo fuori dopo la partita contro lo Zurigo (era il girone eliminatorio di Champions League, l’8 dicembre 2009), una delle mie migliori prestazioni. Quello che è successo intorno a me è una cosa molto sporca”.

Non si è fatta attendere la replica della squadra rossonera, affidata a un breve quanto duro comunicato stampa pubblicato sul sito ufficiale: “Le dichiarazioni rese questa sera da Kakha Kaladze sono tanto ingiustificate quanto gravi. L’A.C. Milan agirà nei suoi confronti nei modi e nei termini previsti dall’Ordinamento”.