Home Sport Calcio, Ranieri su Roma-Panathinaikos: “Dovevamo gestire la partita”

Calcio, Ranieri su Roma-Panathinaikos: “Dovevamo gestire la partita”

Lo stadio era pieno, tutto bello però purtroppo ci sono stati 4 minuti di follia qua e ad Atene. Incredibile, parlo di questa sera e dopo essere stati in vantaggio volevamo chiudere. Abbiamo sbagliato perchè dovevamo gestirla. Sapevamo che avrebbero giocato così e non siamo stati in grado di difenderci. Sono stati bravi a sfruttare quello che hanno creato. Noi ci abbiamo provato e non ci siamo riusciti”

Queste sono le parole rilasciate da Claudio Ranieri a caldo dopo la fine di Roma-Panathinaikos all’emittente Roma Channel. I giallorossi effettivamente hanno buttato via la qualificazione al turno successivo. Già nella gara d’andata all’ 81′ si trovavano in vantaggio per 2 a 1 e si sono fatti rimontare. Peggio ancora oggi che nel finale di primo tempo, sul parziale di 1 a 0, si sono fatti infilare per ben tre volte. Non è bastata alla squadra capitolina l’ennesima buona prova di Riise, che ha dimostrato una forma fisica davvero ottimale.

Il tecnico di testaccio continua poi l’analisi della partita con il canale tematico della Roma:

Sul rigore la squadra sembrava aver avuto fretta in quel momento…

Già sull’1 a 0 eravamo scomposti centralmente, gliela abbiamo regalata noi la palla sia del rigore che del tiro in porta, erano due regali nostri. In campo internazionale non te lo puoi permettere. Avevamo la partita in pugno e ce la siamo fatta sfuggire.

Complimenti al Panathinaikos…

Era alla nostra portata. Dispiace per i ragazzi e per il pubblico ma il calcio è questo. Noi volevamo pareggiare per riaprire la partita ma non ci siamo riusciti. Onore ai vincitori.

Cosa ha detto ai giocatori a fine primo tempo?

Nell’intervallo abbiamo parlato di restare squadra, di giocare a calcio e di uscire a testa alta. La squadra ci ha provato e ha fatto quello che poteva ma alla fine abbiamo pagato le molte assenze. Pazienza, ora guarderemo al campionato e alla Coppa Italia. Avremo più tempo per allenarci. Ora voglio il colpo di spugna e dobbiamo pensare al Napoli domenica”.

Antonio Pellegrino