Home Televisione Cucinotta spiega ai fan il sapore della vita

Cucinotta spiega ai fan il sapore della vita

Maria Grazia Cucinotta e’ da sempre un simbolo di bellezza e salute mediterranea. L’attrice, presente al convegno Fimont “Salviamo una montagna di sapori”, promosso dall’Ente Italiano della Montagna, ha da sempre una filosofia: “Il vero lusso non e’ avere tanti soldi ma mangiare sano e vivere bene”.

Signora Cucinotta, qual e’ il gusto pieno della vita?

“Il vero gusto della vita si trova nei prodotti naturali e della tradizione. Credo sia necessario riscoprire questi valori”.

Quando ha scoperto l’importanza di una dieta genuina?

“Fin da piccola. Vengo da una famiglia modesta e la domenica andavamo dagli zii in campagna, dove c’era l’orto e il pane era fatto in casa. Ho passato l’infanzia in mezzo alla natura, una natura che poi ho riscoperto da quando sono divenuta mamma”.

C’e’ un luogo particolare che per lei e’ sinonimo di natura e benessere?

“Il Parco dei Nebrodi, in Sicilia, che pochi in Italia conoscono: un luogo in cui i cibi non sono trattati, la carne non ha aggiunte di ormoni come avviene in America, i formaggi sono fatti in modo tradizionale e il pane e’ preparato con il lievito madre. Nel poter mangiare i prodotti della tradizione locale sta il vero benessere: significa vivere bene la propria vita”.

Quali sono i suoi progetti cinematografici?

“Tra circa un mese partiranno le riprese de ‘Il bene dal male’, un film che affrontera’ il delicato tema della depressione post parto, raccontando quattro casi di madri infanticide. Il film sara’ diretto da Fabrizio Cattani, regista che si e’ fatto notare con ‘Il rabdomante’. Sara’ il mio 70mo film come attrice e verra’ girato tra Massa Carrara e Roma”.

Nel ’90 esordi’ nel cinema con Enrico Oldoini in uno dei primissimi cinepanettoni, ‘Natale ’90’. Tornerebbe a fare questo genere di film?

“Il cinema deve far pensare ma anche divertire. I cinepanettoni li ho fatti in passato e li rifarei di corsa. I film devono anche far ridere: ci sono pellicole che fanno conoscere delle realta’, che fanno riflettere ma anche quelli di puro divertimento. Io li guardo tutti e con i cinepanettoni mi faccio anche un sacco di risate. Lo spettatore deve essere libero di scegliere ed e’ importante saper intrattenere persone con gusti diversi”.