Home Cultura

Italia e obesità, al via il “Giro di taglia”

CONDIVIDI

 

Secondo recenti statistiche in Italia ben il 50% degli uomini ed il 34% delle donne è in sovrappeso: quindi una fetta consistente e considerevole della popolazione, tuttora in crescita continua, che rischia perciò di sviluppare l’obesità, grave fattore di rischio per patologie e disturbi gravi. Secondo i dati scientifici infatti un giro vita superiore agli 88 cm nelle donne e ai 102 cm negli uomini può favorire di fatto l’insorgere di malattie di tipo cardiovascolare.

Per questi motivi l’ADI (Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica) ha dato il via grazie anche al contributo di GSK CH al “Giro di taglia”, una campagna gratuita itinerante che partirà dalla piazza di Asti e che dal 1 marzo misurerà il BMI, ovvero l’indice di massa corporea assieme al giro vita degli italiani fornendo in più consigli ed indicazioni per mantenersi in forma e perdere peso in maniera equilibrata, sana e naturale.

L’obiettivo su cui si focalizza questa interessante ed utile iniziativa è infatti quello di sensibilizzare la popolazione italiana sul problema del sovrappeso dando allo stesso tempo gli strumenti ed i consigli corretti,semplici ed efficaci per perdere i chili in più.

Un camper fornito degli attrezzi giusti e facilmente riconoscibile per la presenza del logo della campagna attraverserà l’Italia da Nord a Sud con tappe quotidiane nelle piazze di ben 13 città; a bordo del camper saranno presenti collaboratori ADI che eseguiranno controlli del tutto gratuiti e forniranno assieme consigli ed informazioni su come dimagrire in maniera duratura e soprattutto sana: le misurazioni che si effettueranno del BMI e del giro vita, infatti, saranno fondamentali per sapere quanto si è in sovrappeso e permetteranno di improntare una strategia per perdere peso in modo consapevole grazie ad un miglioramento generale delle proprie abitudini, e non solo a tavola.

Stando alle spiegazioni del professor Giuseppe Fatati, presidente ADI,  una piccola perdita di peso anche solo del 5-10% porta ad un significativo miglioramento del benessere psicologico ed anche della salute fisica, poichè i cambiamenti nel proprio stile di vita sono ovviamente un mezzo utile per curare e assieme prevenire il problema dell’obesità e le relative patologie metaboliche correlate.

 Le tappe del “Giro di taglia” saranno le seguenti: Asti (01/03), Brescia (02/03), Treviso (03/03), Parma (04/03), Ascoli Piceno (05/03), Cosenza (08/03), Catania (09/03), Napoli (10/03), Bari (11/03), Latina (12/03), Terni (15/03), Grosseto (16/03), Genova (17/03).

Rossella Lalli