Home Sport Juventus-Ajax, le pagelle

Juventus-Ajax, le pagelle

JUVENTUS (4-3-1-2):

Manninger 5,5: Inizio da brividi con due uscite sbagliate, la seconda delle quali poteva costare il gol. Più sicuro nella ripresa sui tentativi da fuori degli avversari.

Grygera 6: Soffre nel primo quarto d’ora la spinta di Verthongen, poi gli prende le misure e chiude bene tutti gli spazi.

Legrottaglie 7: Da quando ha ricominciato a giocare da titolare sta crescendo di partita in partita. Molto bene sui palloni alti e nel gioco d’anticipo. Sfiora il gol di testa.

Chiellini 7: Acciaio puro, e non è certo una novità. Sbarra la strada a chiunque si avvicini dalle sue parti. Come il collega di reparto va vicinissimo al gol.

De Ceglie 6,5: Primo tempo da applausi, con un paio di splendide discese sulla fascia. Nel secondo rimane in trincea senza correre troppi rischi.

Marchisio 5,5: Partita non brillante, messo spesso in difficoltà dalla coppia Verthongen-Eriksen. Perde qualche pallone di troppo in mezzo al campo.

Felipe Melo 6: De Jong gli fa girare la testa nei primi dieci minuti, poi il brasiliano gli prende le misure e non gli concede più spazi. Qualche affanno di troppo nella ripresa. Ammonito (in modo sciocco), salterà l’andata col Fulham.

Sissoko 6,5: Ottimo primo tempo fatto di chiusure e appoggi sulla sinistra all’arrembante De Ceglie; cala come tutta la squadra nella ripresa senza però mai perdere la bussola.

Diego 6,5: Nonostante la marcatura a uomo di Enoh, giganteggia nel primo tempo grazie alla sua classe. Scompare nella ripresa e Zaccheroni lo sostituisce (dal 25’ s.t. Camoranesi s.v.).

Amauri s.v.: Si fa male quasi subito (dal 15’ p.t. Trezeguet 5: Ancora lontano dalla forma migliore, si limita a qualche sponda per i compagni ma non trova mai la porta avversaria).

Del Piero 5,5: Si allarga spesso per cercare il dialogo con De Ceglie, mettendo in imbarazzo Van der Wiel. Cala alla distanza senza dare il solito contributo (dal 41’ s.t. Candreva s.v.).

All. Zaccheroni 6: Primi minuti difficili, poi gran primo tempo della Juve. Nella ripresa chiede ai suoi di controllare la gara.

AJAX (4-3-1-2):

Stekelenburg 6: Partita senza grandi interventi, quando la Juve spinge lo salvano il palo e due suoi compagni sulla linea di porta.

Van der Wiel 5: Dalle sue parti arrivano i pericoli maggiori, con De Ceglie che nel primo tempo va sul fondo con troppa facilità. Migliora nella ripresa quando è lui a poter spingere.

Alderweireld 6,5:  Soffre un po’ nel primo tempo, ma nel gioco aereo difficilmente si fa superare. Incrocia spesso Trezeguet e lo cancella dalla partita.

Oleguer 6: Anche per lui primo tempo complicato, soprattutto sulle palle ferme. Nella ripresa chiude bene.

Verthongen 6,5: Ottimo primo tempo, grazie alla sua spinta l’Ajax crea i maggiori pericoli per la difesa bianconera. Cala un po’ nella ripresa.

Enoh 5,5: Classico settepolmoni del centrocampo, cerca di mettere la museruola a Diego il quale però spesso lo salta. Prova a metterci il mestiere, ma finisce per commettere troppi falli (dal 32’ s.t. Rommedhal s.v.).

De Zeew 5,5: Dovrebbe essere il regista basso della squadra, e inizia il primo tempo nel migliore dei modi. Poi viene schiacciato dall’impeto del centrocampo bianconero e va in grossa difficoltà. Qualche geometria nella ripresa.

Eriksen 5: Il suo buon avvio di gara mette in difficoltà Marchisio, poi scompare lentamente dalla partita.

De Jong 6,5: Inizio al fumicotone, con Felipe Melo che non sa a che Santo votarsi per fermarlo. Cala nel primo tempo per poi riprendersi nella ripresa ed accendere spesso il gioco degli olandesi.

Pantelic 5: Contro la difesa della Juve di questa sera avrebbe avuto difficoltà chiunque, lui prova a barcamenarsi ma conclude troppo poco (dal 29’ s.t. Emanuelson s.v.).

Sulejmani 4,5: Parte a destra e non trova mai uno sbocco, finisce a sinistra ma le cose non cambiano: Jol giustamente lo cambia (dal 19’ s.t. Suk 5: Entra per dar peso all’attacco ma non si vede mai).

All. Jol 6: La sua squadra parte bene, poi soffre tremendamente per mezz’ora. Ottima ripresa, con la Juve schiacciata nella propria metà campo.

Arbitro Duhamel 6,5: Tiene bene in mano una partita tutto sommato facile, senza episodi particolarmente dubbi.

Pier Francesco Caracciolo