Home Sport Vancouver 2010 – Risultati del 25 febbraio

Vancouver 2010 – Risultati del 25 febbraio

Ieri è sceso nuovamente in pista il giovane Alessandro Pittin, prima medaglia azzurra a questi Giochi di Vancouver ed una delle poche note liete per l’Italia. Stavolta è stato impegnato nella Combinata Nordica con salto dal trampolino lungo e 10 Km di sci di fondo. Pittin paga il pessimo salto (122,5) che gli è valso soltanto la tredicesima posizione con un distacco in termini di secondi nel fondo di 1’13”. Meglio di lui ha fatto l’atro azzurro Lukas Runggaldier, settimo (126,5) con un ritardo di 0’51”. Dopo il turno dei salti in testa è l’austriaco Gruber (134,0) seguito dallo statunitense Spilane (129,0) con 0’34” da recuperare ed il finlandese Ryynaenen (128,0) a 0″40 dal primo. Pittin recupera diverse posizioni nello sci di fondo, fa segnare il quarto tempo assoluto ma non và oltre il settimo posto a 40″7 dal vincitore e 29″9 dal podio. Runggaldier chiude 11° a 58″7. Vince lo statunitense Bill Demong con il tempo finale di 25’32″9, partito sesto riesce a recuperare ben 46 secondi. Argento per un altro statunitense, Spillane, già secondo nella prova dal piccolo trampolino. Bronzo all’austriaco Gruber che aveva chiuso in testa dopo il salto.

Le Olimpiadi giungono al termine e così iniziano a concludersi anche i tornei interni. Ieri assegnata la medaglia d’oro nell’Hockey femminile. A vincerla è stato il Canada che si è imposto in finale 2-0 contro le eterne avversarie degli Stati Uniti, finale che potrebbe ripetersi anche in campo maschile. Entrambe le marcature sono arrivte ne primo periodo. Bronzo alla Finlandia che supera 3-2 la Svezia all’overtime.

L’Italia viene superata nel medagliere anche dalla Bielorussia che ieri ha conquistato l’oro, il primo assoluto nei Giochi invernali per i bielorussi, nei salti Freestyle con Alexei Grishin, bronzo a Torino 2006, che precede di 1, 2 punti lo statunitense Peterson. Bronzo alla Cina con Zhongqing Liu a 5,88 dal vincitore.

Nel Curling si sono svolte le semifinali sia maschili che femminili. Nessuna sorpresa tra gli uomini con Canada e Norvegia che si contenderrano l’oro. I padroni di casa superano la sorpresa Svezia per 6-3, con pochi problemi. Canadesi che mettono il turbo tra quinto e sesto end, portandosi sul 6-1 e controllando poi nel finale. Più equilibrio nella sfida tra Norvegia e Svizzera. Gli scandinavi si portano sul 4-1 al quinto end ma gli svizzeri recuperano subito 2 punti e tengono apertissima la sfida. Nel nono e penultimo end l’allungo norvegese, per il 7-4, è quello decisivo.

 L’oro femminile se lo giocheranno Svezia e Canada. L’europee si sbarazzano facilmente delle cinesi, campionesse del mondo in carica, superandole per 9-4. Più combattuta l’altra smifinale tra Canada e Svizzera, le padrone di casa si impongono per 6-5 grazie anche ad un errore delle avversarie nell’ultimo tiro.

Salvatore Morelli