Home Spettacolo

Amici 9: il furbo Stefano non ha peli sulla lingua

CONDIVIDI

 

Tocca ora a Stefano, il talentuoso ballerino che si esibisce in un passo a due. Il campano questa settimana si è reso protagonista di svariate dichiarazioni atte a screditare il tenore Matteo e di un battibecco a distanza con la Celentano che lo ha portato a raccontare qualcosa in più sulla sua vita pre- Amici. Ovviamente questo lo rende oggetto di critica.

Ti sei interrogato sul perché delle ultime sconfitte. Ma la risposta che hai trovato è il vittimismo che hai mostrato con i racconti di te fruttivendolo?”

Maria, anche in questo caso, interviene precisando al ragazzo che ha fatto la domanda, che sono gli autori che spingono gli alunni a confidarsi, e che dunque quello che dicono è frutto di risposte a specifiche domande.
Al ragazzo del pubblico che ha tirato in ballo anche il ‘discorso serate’ fatto dalla Celentano, risponde il ballerino che in buona sostanza dice: Sono d’accordo con il discorso artistico fatto dalla Celentano, ma sulla mia vita no. L’insegnante interviene per chiarire di essersi fatta un pensiero e di averlo espresso, ma di non aver attaccato Stefano. Ma il ballerino le risponde, dimostrando ancora una volta di non avere peli sulla lingua:

“Lei ha fatto questo discorso è perché tra quattro puntate finisce il serale e io e Rodrigo siamo in competizione. Se davvero Rodrigo fosse senza rivali lei non avrebbe detto certe cose di me. Se non avesse avuto bisogno di difendere lui, non avrebbe parlato di me”.

E interrogato sul perché infanghi Matteo solo ora, dopo sei mesi di conoscenza, non solo è chiaro ma pure simpatico:

“Perché ora sta mostrando palesemente quello che è. Io dico quello che penso e mi prendo le conseguenze con voi del pubblico, lui fa la faccia buona con tutti. Comunque non basto io a mettere in dubbio il primo posto di Matteo e parlo ora perché prima non veniva ad intaccare me, mentre adesso si. Diciamo che mi sono visto tutte le puntate della fiction e poi ho tratto le conclusioni!”.

Che ci sia anche un pizzico di furbizia nel suo comportamento? Certo che si. Come dice lo stesso Stefano la furbizia in questo mestiere serve, ma occhio “i veri furbi sono quelli che non si fanno scoprire”.