Home Spettacolo

Bollino rosso per il trailer di “Kick Ass” negli Usa

CONDIVIDI
Kick Ass

Nell’ultima settimana il trailer di “Kick Ass”, film finanziato da Brad Pitt ed in cui recita Nicholas Cage, ha sconvolto gli Stati Uniti.

Il film “Kick Ass”, che in tradotto in italiano significa “calcio in culo”, è la trasposizione cinematografica di un fumetto cult e narra le vicende di un ragazzino, Dave Lizewski, interpretato da Aaron Johnson, tipico nerd all’americana e amante dei fumetti, che decide di diventare un supereroe.

Tuttavia i suoi piani vengono messi a dura prova dal momento che il protagonista, non ha super poteri e quindi viene costantemente picchiato dai criminali a cui dà la caccia.
La regia del film, che uscirà nelle sale americane il 16 aprile, è stata affidata a Matthew Vaughn, regista di “Stardust”, trasposizione di un opera di Neil Gaiman, nonché grande amico di Guy Ritchie, con cui ha collaborato nei suoi film “Lock & Stock – Pazzi scatenati” e  “The Snatch – Lo strappo”.

Il trailer in questione è stato vietato ai minori di 17 anni e inserito nella fascia rossa. Il trailer di presentazione del film è infatti estremamente violento e pieno di parolacce.

Kick Ass, tuttavia non è l’unico ragazzo a voler diventare un supereroe, ma ci sono altri personaggi come Hit Girl, teenager aspirante supereroina in minigonna viola, interpretata dalla tredicenne Chloe Moretz, che uccide a frustate e pallottole in pieno volto.

Il trailer e la violenza inserita nel film hanno fatto gridare allo scandalo e addirittura Nell Minow, un’avvocatessa e critico cinematografico, ha dato il via ad una campagna per la rimozione del trailer da internet.

Ovvio che sarà difficilissimo rimuovere il trailer dalla rete. Il trailer, spopola su internet ed è già presente in moltissimi siti,
L’autorevole “New York Times” ha già bocciato il film, bollandolo come “spazzatura”, tuttavia c’è da scommettere che la pellicola diventerà un cult nei prossimi anni.