Home Sport Calcio, il sito di Maradona manomesso dagli hacker

Calcio, il sito di Maradona manomesso dagli hacker

Ci risiamo. Come già successo in passato, il sito ufficiale di Diego Armando Maradona è stato manomesso da pirati informatici.

L’ex pibe de oro ultimamente era entrato nel mirino della critica per aver convocato alcuni giocatori infortunati per l’amichevole contro la Giamaica e non poche polemiche piovevano su di lui per la qualificazione al mondiale raggiunta in extremis contro l’ Uruguay.

Stavolta è stato preso di mira dagli hacker che hanno sabotato il sito dell’attuale ct dell’Argentina pubblicando in rete frasi abbastanza pesanti e volgari, alcune delle quali che facevano riferimento al difetto più grande del Maradona giocatore: la droga. Sono apparse scritte come: que rica coca mierda, que rica(che buona la cocaina m…a, che buona)”. La frase appariva ben visibile nel pannello notizie del sito, alla quale sono state allegate espressioni che indicavano il gradimento di Diego per la droga e frasi a sfondo sessuale che insultavano pesantemente gli argentini, come: me llegan al pene, Argentinos hijos de puta(evito la traduzione, ma si può intuire la volgarità della frase)”. Dopo poche ore poi la home page del sito è stata riparata e le frasi degli hacker depennate.

Il ct della seleccion non è nuovo a questo genere di attacchi via web. Infatti lo scorso 10 settembre, sul sito ufficiale della Federazione Argentina, compariva una foto di Maradona con la maglia del Brasile, nemico storico dell’albiceleste, con annessa scritta: un immagine vale più di mille parole.

Entrambi gli attacchi, seppur con frasi che sapevano di goliardata nel primo e di pesanti e volgari attacchi nel secondo, hanno un filo conduttore: sono comparsi in momenti in cui Diego non rendeva al meglio con la sua nazionale. Nel primo caso era in netta difficoltà sul piano del gioco nelle qualificazioni per i mondiali; nel secondo caso è reduce dalla fantozziana convocazione di giocatori indisponibili per l’amichevole contro la Giamaica(vinta nel recupero e giocata sicuramente al di sotto delle aspettative).

La domanda a questo punto è lecita: se per caso l’Argentina dovesse disputare un mondiale deludente…cos’altro potrebbe comparire sul web in “onore” del più grande giocatore di tutti i tempi?

Antonio Pellegrino