Calcio, Inter- Respinto ricorso: per Mourinho e Cambiasso confermate le squalifiche

Non sono bastate le parole del giocatore della Sampdoria Gastaldello a scagionare l’interisa Cambiasso. L’unico che ha avuto un piccolo sconto è Muntari.

Ricordiamo che i due giocatori interisti e il tecnico Mourinho erano stati squalificati per i fatti di Inter- Sampdoria. L’allenatore portoghese era stato squalificato per “per avere, nel corso della gara, contestato ripetutamente l’operato arbitrale con atteggiamenti plateali, in particolare mimando, al 35′ del primo tempo e al 10′ del secondo tempo, le manette, con i polsi incrociati e le braccia rivolte verso il pubblico e verso le telecamere presenti ai bordi del campo; per avere inoltre, nell’intervallo, nel sottopassaggio che adduce agli spogliatoi, rivolto all’Arbitro ed agli Assistenti espressioni ingiuriose; per avere, infine, nel corso della gara, contestato ripetutamente la presenza dei collaboratori della Procura federale, collocatisi nei pressi delle panchine di entrambe le squadre; infrazioni rilevate dai collaboratori della Procura federale; con recidiva specifica reiterata”.

Per lui quindi restano le tre giornate di squalifica, il tecnico non potrà sedere in panchina e  dare i suoi preziosi consigli direttamente ai calciatori. Al suo posto l’allenatore in seconda.

Muntari invece era stato squalificato per aver rivolto parole poco educate e alquanto ingiuriose nei confronti degli ufficiali di gara mentre usciva dal campo. Per lui le giornate di squalifica passano da due a una.

Cambiasso invece era stato accusato per aver dato un pugno a un giocatore della Samp nel tunnel che conduce agli spogliatoi.

Gastaldello però, il presunto uomo colpito dall’argentino, ha scritto una lettera autografa alla Federazione dichiarando di non esser stato colpito dall’interista. Nel rapporto ufficiale si scrive che il centrocampista nterista colpirebbe il numero 28 e appunto Gastaldello ma se lui stesso ammette di non esser stato colpito e anzi difende l’avversario sembrerebbe esserci qualcosa di poco chiaro.

La Federazione però ha i suoi uomini di fiducia  le sue fonti. Prende così una decisione dalla quale è irremovibile: conferma le due giornate di squalifica anche per l’argentino che andrà in tribuna insieme al suo tecnico.

Salta così la Conferenza stampa della vigilia.

Filomena Procopio

Notizie Correlate

Commenta