Home Sport Calcio-Palermo, Delio Rossi: “Contro la Juventus necessario fare la partita della vita”

Calcio-Palermo, Delio Rossi: “Contro la Juventus necessario fare la partita della vita”

Delio Rossi non ha dubbi: il Palermo domani a Torino contro la Juventus, dovrà fare la partita della vita. I bianconeri, sono diretti avversari per la conquista di quel quarto posto che significa Champion’s League e la squadra siciliana è chiamata a confermare quanto di buono fatto nella vittoria casalinga contro la Lazio, di domenica scorsa.

“Domani sera contro la Juventus sarà necessario fare la partita della vita – conferma Rossi nella conferenza stampa di oggi – sfida da alta classifica? Per come le vivo io, tutte le gare sono da alta classifica. Ci vorrà un Palermo che vada a giocare con tutti gli attributi giusti contro una grande squadra”.

La Juventus, nonostante gli infortuni, è in ripresa essendo ruscita a conquistare due vittorie consecutive. Per Rossi, la squadra di Zaccheroni ha valori importanti, rivitalizzati anche dall’arrivo del mister romagnolo: “I bianconeri hanno valori simili a quelli dell’Inter, adesso stanno rispettando le aspettative, il nuovo allenatore ha portato serenità e di conseguenza sono arrivati i risultati”.

Sullo svolgimento della gara, potrebbe incidere la gara di Europa League giocata dai bianconeri appena due giorni fa. Il mister palermitano, però, non ne sembra molto convinto: “Non credo che saranno stanchi dopo l’impegno di Europa League, perchè hanno un organico composto da gente che è abituata a giocare ogni tre giorni”, dice Rossi prima di soffermarsi sulle assenze pesanti che condizioneranno gli avversari, che dovranno fare a meno dei vari Buffon, Amauri e Camoranesi: “Non ci saranno? Al loro posto non scenderanno in campo gli ultimi arrivati, la differenza tra una big ed una squadra piccola sta nel fatto di avere ricambi d’altissimo livello”.

Per quanto riguarda il Palermo ed i suoi giocatori, Rossi dice: “Miccoli sta bene, sia sotto l’aspetto fisico che psicologico. A proposito di Hernandez, posso dire che se segna vuol dire che sta bene, ma non valuto il ragazzo esclusivamente per i gol ma in generale, per me ha sempre fatto parte del nostro progetto”.

Ultimamente è stata avanzata l’ipotesi di una convocazione azzura per il giovane portiere Sirigu, che sta dispuntando un campionato sorprendente: “La possibile convocazione in Nazionale di Sirigu? Sarebbe il giusto premio per il ragazzo ed un motivo d’orgoglio per me e per la società”, conclude il tecnico.

Francesco Mancuso