Home Sport Calcio-Roma, Ranieri: “Contro il Napoli voglio vedere la squadra giocare a testa...

Calcio-Roma, Ranieri: “Contro il Napoli voglio vedere la squadra giocare a testa alta”

Claudio Ranieri carica la Roma, in vista dell’importante sfida di domani allo stadio San Paolo contro il Napoli. Una gara che arriva a distanza di tre giorni dalla soprendente eliminazione in Europa League contro il Panathinaikos. Un fuoripista, come lo chiama il tecnico, che però non deve scoraggiare la Roma e che la deve far ripartire forte sin da domani.

“Siamo andati fuori pista. Ora la delusione deve diventare energia positiva. Non eravamo imbattibili prima, non siamo da buttare ora”, conferma l’allenatore giallorosso nella conferenza stampa odierna, riprendendo l’analisi dell’immediato post Roma-Panathinaikos: “Dobbiamo essere lucidi nell’analisi delle gare. Ci sono stati 10 minuti di sbandamento, di follia. Sono amareggiato e deluso come tutti i romanisti, volevamo andare avanti. Abbiamo subito il gol dell’1-1 su rigore al 40′ – prosegue il tecnico – avevamo tutto il tempo per tornare avanti. Invece, ci siamo fatti prendere dalla voglia di far bene e abbiamo perso lucidità. Ci è mancato un giocatore che tenesse palla e che evitasse di far scoprire la squadra”.

Ora però, l’obiettivo è fissato sulla gara contro la squadra di Mazzarri: si prospetta un San Paolo delle grandi occasioni con il tutto esaurito sugli spalti. Ranieri, da ex tecnico napoletano, conosce molto bene l’ambiente: “Andiamo in uno stadio stracolmo di tifosi che sosterranno il Napoli, che ci aspetta da una settimana. Ogni giocatore vorrebbe scendere in campo in un match del genere”.

Il mister giallorosso, è fiducioso sulla pronta reazione dei suoi uomini: “Abbiamo sempre reagito dopo ogni caduta, domani voglio vedere la squadra che gioca a testa alta di fronte ad una squadra collaudata. Ci aspettiamo un Napoli determinato e veloce, con il pubblico che lo sosterrà”.

Per quanto riguarda la formazione, torna in corsa per un posto da titolare anche il portiere Julio Sergio, convocato da Ranieri. Il portiere si è allenato regolarmente e sta bene e quindi è in ballottaggio con Doni per scendere in campo dal 1′: “E’ in ballottaggio, se i dottori mi danno l’ok bene. Comunque più tardi, parlerò con il giocatore. La sua assenza ha influito nelle sconfitte? Non credo che sui tiri avrebbe potuto fare di più. La mia fiducia in Doni è immutata e se non giocherà Julio Sergio, sarà lui il titolare”.

Dal 1′ dovrebbe essere riproposto anche Jeremy Menez, autore di una buona prestazione giovedì sera dopo il suo ingresso: “Secondo me è pronto. Sta facendo bene, ha messo determinazione e voglia di fare”.

Due partite importanti le prossime per la Roma, che dopo il Napoli affronterà il Milan. Ci vorrà una mentalità vincente per ottenere il massimo da queste due gare: “Noi non eravamo imbattibili prima ma ora non siamo gli ultimi arrivati. Alcune volte succede che gli altri sono più determinati o sfruttano le occasioni che hanno e tu non ce la fai. La squadra non è stanca, contro i greci li ho visti comunque determinati. Siamo intenzionati a riprendere il Milan, anche se dobbiamo guardarci dalle altre che si stanno dietro”.

Francesco Mancuso


Comments are closed.