Home Sport

Calciomercato Juventus: Ribery, Sissoko, Otamendi, Mexes

CONDIVIDI

L’obiettivo principale della Juventus per la prossima stagione sarebbe Frank Ribery. Il fantasista del Bayern Monaco, rivale della Fiorentina in Champions League, è ormai in rotta con il club bavarese. Vuole cambiare aria a tutti i costi. Per mesi si è parlato di un suo possibile trasferimento in Spagna, al Real Madrid. Nelle scorse settimane, addirittura, molti organi di informazione davano la trattativa per conclusa. I rapporti tra i blancos e il Bayern sono ottimi, come ha dimostrato anche il passaggio al Monaco di Robben (acquisto davvero molto azzeccato, tra l’altro). E invece…Pare che le cose non siano così lineari e che, cioè, il trasferimento in Spagna del centrocampista francese non sia ancora concluso.

La Juventus vorrebbe dunque provare a convincere Ribery a trasferirsi a Torino. Il prezzo dell’ex giocatore del Marsiglia non è inferiore ai 40 milioni di euro. Bisogna comunque dire che i bianconeri hanno già un calciatore con caratteristiche assai simili a quelle di Ribery: stiamo parlando di Diego. Il brasiliano sta disputando una stagione ben al di sotto delle attese, anche se ultimamente è apparso in ripresa. Possibile che la Juve stia già pensando a una cessione dell’ex Brema? Tutto è da valutare.

Per quanto riguarda gli altri obiettivi del club di Torino, va detto che piace Nicolas Otamendi (22 anni), difensore del Velez e della nazionale di Diego Armando Maradona. Il suo valore supera già i 10 milioni di euro. Sull’argentino avrebbero messo gli occhi anche Inter e proprio Bayern Monaco.

Altri nomi che vengono accostati al club bianconero sono quelli di Moussa Sissoko, 20 anni, centrocampista del Tolosa, e Mexes, 28 anni, difensore della Roma.

Insomma, l’elenco fatto dai vari organi d’informazione è lunghissimo. Trattative a buon punto, al momento, ve ne sono però pochissime. Le strategie bianconere, infatti, dipenderanno in gran parte dall’andamento della stagione. Che sin qui è stata fallimentare, ma che, in caso di vittoria in Europa League, assumerebbe tutt’altro significato.

Gianni Monaco