Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca Dopo il terremoto si teme lo tsunami all’Isola di Pasqua ed in...

Dopo il terremoto si teme lo tsunami all’Isola di Pasqua ed in tutto il Pacifico

un'onda anomala

Dopo che poche ore fa un potentissimo terremoto ha scosso il Cile, pare non sia ancora arrivato il tempo di piangere i morti e fare la conta dei danni. Infatti una nuova minaccia richiede un pronto intervento per evitare che altre vite umane vengano distrutte. Il sisma potrebbe, infatti, aver provocato uno tsunami che teoricamente minaccerebbe tutte le coste che si affacciano sull’Oceano Pacifico.

Mentre la presidente cilena Bachelet ha dato notizia di come un’onda anomala abbia già colpito l’isola di Juan Fernandez e ha sostenuto che il pericolo sarebbe moto concreto anche per l’Isola di Pasqua, dove sono da qualche ora partite le operazioni per la messa in sicurezza della popolazione, il Pacific Tsunami Warning Center ha rilasciato una nota in cui vengono messi in guardia i governi di molti altri Paesi. Il centro statunitense, infatti, ha reso noto che le coste di Hawaii, Giappone, Russia, Filippine, Indonesia e nazioni della zona sud del Pacifico sono a forte rischio.

Le isole Hawaii potrebbero essere colpite, secondo le previsioni dell’ente di sicurezza, oggi verso le 22 ora italiana. Sulle coste nipponiche, invece, si attende l’onda per le 5 di domattina, ora italiana.

Le onde che potrebbero abbattersi nei vari siti a rischio non per forza devono essere fenomeni unici, nel senso che in uno stesso luogo potrebbero giungere diverse onde anomale per una durata globale del fenomeno pari anche al quarto d’ora. Inoltre, la prima onda potrebbe non necessariamente risultare la più alta. Per ciò che concerne proprio l’altezza delle onde, questa non è di facile previsione.

Il livello di allerta è, dunque, molto elevato un po’ in tutte le aree del Pacifico. L’allarme è giustificato anche da eventi del recente passato. Nel 1960 un terremoto nella zona Valdivia, in Cile, di magnitudo Richter 9.5 provocò un’onda anomala con la conseguente morte di 140 persone nel Giappone settentrionale.

Valeria Panzeri