Home Cultura

Il primo numero di Batman venduto per oltre un milione di dollari

CONDIVIDI

I fumetti? Un ottimo investimento in tempo di crisi. Almeno così sembra, visto che giovedì l’album numero 27 di “Detective Comics”, che nel 1939 pubblicò la prima avventura di Batman, è stato battuto all’asta a Dallas al prezzo record di un milione di dollari. Per l’esattezza, secondo quanto riferito da Heritage Auction Galleries, il proprietario del prezioso fumetto ha spuntato ben 1.075 milioni di dollari: un vero affare, visto che lo aveva acquistato 40 anni fa a 40 dollari. All’epoca dell’uscita, il prezzo di copertina era di appena dieci centesimi.

Shirrel Rhoades, ex-editore ed executive vice-president di Marvel Comics, sostiene che le forti vendite di fumetti siano in parte un riflesso dell’economia debole: «Quando la borsa scende, quando gli investimenti immobiliari calano, l’offerta del collezionismo è un’alternativa in cui si può investire e che può avere un grosso potenziale», afferma Rhoades.

Una tesi interessante la sua, che sembra trovare alcune conferme. Quella di Batman non è infatti l’unica vendita straordinaria di questo periodo: all’inizio della settimana un acquirente ha pagato un milione di dollari per il debutto mondiale di Superman nel numero 1 di “Action Comics”, del 1938. Il sito d’aste “ComicConnect.com” lo ha venduto a un collezionista privato, del quale non è stato reso noto il nome. Anche in questo caso, il prezzo originale della copia era di dieci centesimi. L’eccezionale prezzo di vendita di questi due fumetti è dovuto anche, da un lato, al valore d’epoca di copie rarissime e molto antiche, dall’altro, allo stato di conservazione. Il record precedente di valore per un fumetto era stato infatti di “appena” 317mila dollari, ricavati sempre per un numero 1 di “Action Comics”.

Maria Elena Tanca