Home Cultura

Farmville, la fattoria virtuale di Facebook tocca gli 80 milioni di utenti

CONDIVIDI
Il logo del gioco Farmville

Chiunque abbia un profilo su Facebook, ci è sicuramente incappato o magari ci dedica un po’ della sua “dieta” mediatica.

Stiamo parlando del fenomeno “Farmville”, ovvero una delle applicazioni/giochi più popolari del social network più popolare del mondo.

Il gioco, che coinvolge anche gli “amici”, consiste nel gestire una fattoria virtuale. Idea alquanto strana, bizzarra ed eccentrica, tuttavia non sono della stessa idea gli 80 milioni di utenti, sparsi in tutto il mondo, di cui 30 attivi tutti i giorni, che si dedicano all’agricoltura virtuale.
Cifre impressionanti, specie se si considera che Facebook conta all’incirca 400 milioni di utenti. Praticamente 1 su 5 si diletta a cogliere zucchine  e fragole all’interno di “Farmville”.

Tuttavia quello di “Farmville” è solo l’ultimo fenomeno, in ordine temporale, legato all’esplosione dei videogiochi collegati ai social network.

E’ proprio di questi giorni una ricerca condotta su un panel di 5000 utenti di Facebook e Myspace che fornisce l’identikit del giocatore medio, che a quanto curiosamente e a sorpresa è una donna di 43 anni.

Il 25% degli intervistati, scelti tra utenti americani ed inglesi, gioca almeno una volta a settimana, e di questi più della metà è di sesso femminile.
Il social network preferito per giocare è ovviamente Facebook, con  l’83% delle preferenze, mentre MySpace, nato principalmente come “fenomeno musicale” si ferma a quota 24%. E proprio “Farmville” è il gioco più popolare: il 69% dei suoi utenti infatti gioca almeno una volta a settimana, molto usati anche il “Texas Hold’em Poker” (63%) e il 59% di “Mafia Wars”.

Ovviamente con numeri così importanti in palio, la pubblicità e le grandi aziende fiutano la possibilità di fare buoni affari. Su tal fronte interessante come il 25% si sia imbattuto almeno una volta nella “trappola” di una pubblicità  o di offerte più o meno direttamente legate ai giochi.

Federico Lusi

Comments are closed.