Home Sport

Calcio, Serie A: Pareggio pirotecnico tra Napoli e Roma

0
CONDIVIDI

Al S.Paolo va in scena una partita ricca di emozioni come capita spesso quando in campo c’è la Roma. Ranieri sorprende tutti schierando la difesa a tre ed infoltendo il centrocampo avanzando Riise e Motta sulla linea di De Rossi, Perrotta e Taddei. Il tecnico giallorosso aveva chiesto ai suoi una reazione da campioni dopo il pesante K.O. casalingo in Europa contro il Panathinaikos. I suoi non offrono un bel gioco ma riescono nel secondo tempo a portarsi sul 2-0. A quel punto si ripresentano gli spettri grechi e ne approfitta il Napoli che agguanta il pari al 90′. Ennesima rimonta subita dalla Roma che deve ancora crescere dal punto di vista psicologico.

Il primo tempo inizia con il Napoli a testa bassa sospinto dagli oltre 50.000 del S.Paolo. Al 2′ su azione di calcio d’angolo Rinaudo stacca bene ma indirizza la sfera al di sopra della traversa. Al 7′ Gargano va fino in fondo sulla destra e crossa al centro dove spunta Hamsik che però non impatta bene con la palla. La Roma sembra soffrire la vivacità degli azzurri, si fa vedere con un tiro da fuori di Vucinic bloccato in due tempi da De Sanctis. Al 14′ è Lavezzi a provarci dalla lunga distanza ma è troppo centrale.

Dopo i primi 20 minuti sprint, la partita si blocca un po a centrocampo dove la grossa presenza di uomini sia da un lato che dall’altro impedisce le ripartenze in velocità. Troppi ultimi passaggi imprecisi che non permettono al Napoli di partire in contropiede. Il Napoli attacca e colleziona calci d’angolo, a fine primo tempo saranno 7 per gli azzurri contro 1 solo della Roma. Fine della prima frazione con il Napoli che risale in cattedra, prima Hamsik al 38′ ben servito da Lavezzi al limite dell’area spara fuori. Ma la più clamorosa palla goal capita al 44′ sulla testa di Maggio, su cross di Quagliarella si trova tutto solo sul secondo palo e schiaccia troppo la palla che finisce sopra la traversa.

Nella ripresa è ancora il Napoli a fare la partita ma senza riuscire a creare seri problemi a Doni. Al 54′ la svolta del match. Baptista entra in area in velocità e viene steso da Campagnaro, rigore abbastanza evidente. E’ lo stesso brasiliano a presentarsi sul dischetto di rigore e non sbaglia. Il Napoli subisce una rete tra le mure amiche dopo oltre 2 mesi, l’ultimo lo subì il 6 dicembre in Napoli-Bari 3-2. De Sanctis aveva parato gli ultimi 2 penalty contro ma nulla può questa volta. Al 63′ Mazzarri tenta il tutto per tutto e fà entrare il tanque Denis al posto di Pazienza. Un minuto dopo la Roma assesta un colpo da K.O. Vucinic raccoglie un cross in area e con un tiro fulmineo e preciso brucia Campagnaro e De Sanctis, 0-2 inatteso ed immeritato per l’impegno messo in campo dal Napoli. Mazzarri non perde tempo ed al 66′ inserisce Zuniga per Campagnaro, colpevole su entrambe le reti giallorosse.

Gli azzurri spingono a tutta e sfiorano più volte il goal, al 73′ imperioso stacco di testa di Denis e palla che fa la barba al palo con Doni battuto. Un minuto dopo pallone buttato in area da Rinaudo, Denis tira al volo incrociando sul palo opposto e Doni fulminato per l’1-2. Adesso ci crede tutto il S. Paolo e iniziano a venir fuori le paure della Roma. All’80’ Mazzarri toglie Rinaudo per Cigarini, un minuto dopo ancora Denis stacca bene al centro dell’area su cross di Lavezzi e palla che si spegne di poco al lato. Gli azzurri attaccano praticamente in 10, la Roma un pò impaurita non riesce a venir fuori dalla propria matà campo. Ad un minuto dalla fine lancio lungo in area, Denis riesce a controllare un pallone difficile, arriva in velocità Mexes con le bracce un pò larghe e tocca il pallone. Per Rizzoli è rigore. Hamsik dal dischetto riesce ad infilzare Doni anche se quest’ultimo aveva intercettato. 2-2, altra rimonta subita incredibilmente dalla Roma nei minuti finali, dopo le due contro il Panathinaikos e quella a Cagliari.

Il Napoli riesce a non perdere l’imbattibilità al S.Paolo anche se soprattutto nel primo tempo ha mostrato le difficoltà di concretizzare in avanti. Troppe azioni non sfruttate e solo quando tutto sembra spacciato riesce ad uscire quel qualcosa in più. Mazzarri dovrà lavorare soprattutto su questo perchè il Napoli è una delle squadre che gioca meglio. Napoli che agguanta momentaneamente al 4° posto la Juve impegnata questa sera in casa contro il Palermo.

Diversa la situazione per la Roma di Ranieri, un punto al S.Paolo è un ottimo risultato ma per come si era messa la gara sta stretto. Roma terza a 51 punti, perde terreno da Inter e Milan entrambe vincenti oggi.

TABELLINO

NAPOLI-ROMA 2-2 (59’Baptista (rig.), 65′ Vucinic, 76′ Denis, 90′ Hamsik (rig.)

MARCATORI:

NAPOLI (3-4-2-1): De Sanctis; Campagnaro (66′ Zuniga), Cannavaro, Rinaudo (80′ Cigarini); Maggio, Gargano, Pazienza (63′ Denis), Aronica; Hamsik, Lavezzi; Quagliarella. A disp.: Iezzo, Rullo, Bogliacino, Hoffer. All. Mazzarri

ROMA (3-5-2): Doni; Mexes, Juan, Burdisso; Riise, Taddei, De Rossi, Perrotta, Motta; Baptista (75′ Faty), Vucinic. A disp.: Lobont, Cassetti, Andreolli, Brighi, Menez, Cerci. All. Ranieri

Arbitro: Rizzoli

Ammoniti: Aronica, Juan, Quagliarella, Motta

Salvatore Morelli