Home Cultura

L’ “Xbox Factor” spaventa Hollywood

CONDIVIDI
Xbox e Playstation: le due console più popolari

Ad Hollywood sono tutti preoccupati. Perché? Il pubblico maschile non va più al cinema. O forse, meglio, non ci va con la stessa frequenza di qualche anno fa.

Colpa dei videogiochi e delle console, e di quello che da alcuni addetti ai lavori è già stato ribattezzato “Xbox Factor”.

Peter Guber, presidente della Mandalay Pictures, ha dichiarato al Sunday Telegraph come : “Molti uomini giovani passano più tempo su Internet, giocando o guardando l’UFC. Non hanno abbandonato il cinema ma come pubblico sono diminuiti, mentre l’audience femminile è rimasta solida”.

L’industria del videogioco ha infatti ampiamente superato quella del cinema (21 miliardi di dollari contro i 10 del cinema, escludendo i dvd).

Inoltre, le nuove console sono sempre più potenti ed in grado di raggiungere livelli di spettacolarità e sofisticatezza molto simili a quelli del cinema, il che li rende spesso ben più attraenti di un pomeriggio passato al cinema tra popcorn e coca cola.

Un ulteriore indicatore dei timori dell’industria cinematografica americana è il proliferare dei “chick flick”, ovvero sia i film concepiti per un pubblico femminile, di qualità medio-bassa con trame romantiche e attori avvenenti.

Il genere esiste ovviamente da molto tempo, tuttavia vi è stata una crescita esponenziale negli ultimi tempi, come dimostrano i recenti successi di “Valentine’s Day” o “Twilight”, “New Moon”, “Sex and the City” o “High School Musical”.

A quanto sembra si profila un futuro in cui le produzioni dedicate ad un pubblico femminile prolifereranno, un futuro quindi di maschi “pantofolai” a casa davanti ad Xbox e Playstation e donne in cerca della lacrima facile.

Ai posteri l’ardua sentenza.

Federico Lusi