La tempesta Xynthia miete vittime in Europa

Maltempo in Francia, Spagna, Portogallo. La tempesta Xynthia ha causato 23 morti, la maggior parte in Francia, dove 18 persone sono morte, quasi tutte per annegamento. Un bambino di dieci anni è morto in Portogallo, per un ramo di un albero abbattuto dai venti che, in alcuni punti, hanno raggiunto i 200 Km/h.

Sono 23 le vittime accertate tra Portogallo, Spagna, Francia e Germania, paesi dove la furia del sistema di tempeste battezzato Xynthia sta mettendo a dura prova la popolazione.

Un milione di abitazioni senza elettricità in Francia, binari allagati in Spagna che rallentano le comunicazioni su rotaia. Più di 100 i voli cancellati all’aeroporto  parigino di Charles de Gaulle a causa del maltempo.

I venti sono arrivati a toccare i 200 Km/h e numerosi alberi sono stati sradicati dalla furia delle intemperie. Quattro i morti a causa di alberi caduti, 2 in Spagna, uno in Germania e un ragazzino di 10 anni in Portogallo.

Moltissime abitazioni sono allagate lungo la costa occidentale francese e tantissimi abitanti si sono rifugiati sui tetti. Delle 18 vittime francesi, la maggior parte è annegata nei flutti impetuosi causati dalle esondazioni dei fiumi.

Onde altissime si sono abbattute sulle coste, causando ingenti danni alle imbarcazioni ormeggiate nei porti e alle automobili parcheggiate nei lungomari.

In Francia è attivo dal 2001 un sistema di allarme per le emergenze e ora 5 dipartimenti su 95 sono in stato di allarme rosso. È la seconda volta che accade da quando è stato creato il sistema.

Nicolas Sarkozy ha espresso le condoglianze alle famiglie delle vittime e ha mandato i suoi ministri nelle zone più colpite dalle tempeste affinché coordino le attività di soccorso.

Sebastiano Destri

Notizie Correlate

Commenta