Home Sport

Le pagelle di Juventus-Palermo: grande prova di Pastore e Miccoli. Male ancora Diego

CONDIVIDI

(TORINO)- Il Palermo espugna l’Olimpico di Torino e scavalca la Juventus in classifica portandosi al quarto posto. La peggior Juve della gestione Zaccheroni che non si è resa quasi mai pericolosa e, probabilmente, ha accusato la partita di giovedì con l’Ajax. Per i rosanero un ottimo successo con Pastore e Miccoli sugli scudi.

JUVENTUS:

Manninger   6: incolpevole sui 2 goal. Compie un grande intervento su Pastore nella ripresa e poi si limita all’ordinaria amministrazione.

Grygera   4.5: prestazione a dir poco scadente del terzino ceco. Si propone poco e nel secondo tempo consegna a Budan su un piatto d’argento il pallone del 2 a 0.

Cannavaro   5.5: nel primo tempo si limita al compito di spettatore, nel secondo invece va in difficoltà con l’ingresso di Cavani e lascia Miccoli libero di tirare sul vantaggio rosanero.

Chiellini   6.5: baluardo della difesa juventina. Continua a giocare alla grande ed è frustrante per lui vedere il nulla attorno.

De Ceglie   5: il Palermo sfonda spesso sul lato sinistro della Juve…chissà perchè…(79′ Grosso S.V.)

Candreva   5.5: parte bene nel primo tempo ricordando i fasti di Livorno. Alla distanza cala e sembra un pesce fuor d’acqua.

Felipe Melo   5: sembrava troppo bello per essere vero aver ritrovato il mediano brasiliano. Lui con un colpo di bacchetta magica fa tornare tutti con i piedi per terra e ritorna a essere Filippo Melo, gemello del più celebre centrocampista ex Fiorentina.

Sissoko   6.5: una luce in mezzo al buio. L’unico a provare a fare qualcosa e a non farsi contagiare dall’oscurità che lo circonda.

Diego   4: Diego Ribas da Cunha, costato la bellezza di 25 milioni di euro. Non era meglio devolvere in beneficenza tale cifra(a prescindere dal bidone brasiliano molti soldi che girano nel pallone andrebbero devoluti ai bisognosi) a chi davvero ne ha bisogno e renderli felici piuttosto che continuare a deludere e a far arrabbiare i milioni di tifosi bianconeri?(89′ Zebina S.V.)

Del Piero   5.5: ci prova il capitano a scuotere la squadra ma si vede che anche lui non è in perfetta forma e nel finale, stremato, viene sostituito addirittura da Paolucci…non proprio Van Basten…il che fa capire a che punto erano arrivate le energie del n.10 bianconero(79′ Paolucci).

Trezeguet   5: semplicemente nullo. Spettatore non pagante.

PALERMO:

Sirigu   6.5: sicuro e sempre attento il neo portiere della Nazionale Italiana. Dimostra che la convocazione è meritata.

Cassani   7: sembra Maicon il terzino palermitano che si propone con continuità e punge sempre sulla fascia destra.

Kjaer   6.5: annulla Trezeguet e non è mai banale nei suoi interventi. Più che compresibile l’interesse delle “big” nei suoi confronti.

Bovo   6: nel primo tempo commette un fallo su Diego al limite dell’area di rigore non sanzionato e forse l’episodio lo condiziona un pò nelle scelte. Non è deludente ma nemmeno entusiasmante.

Nocerino   6.5: insieme a Migliaccio forma una cerniera di centrocampo invidiabile. Tonico e vivace per tutta la partita.

Liverani   6.5: come sempre preciso nella fase di regia e utile anche in fase difensiva nelle varie mischie in area palermitana.

Migliaccio   6.5: sembra Terminator, non si tira mai indietro e spazza via tutti. Con Zenga panchinaro fisso e con Rossi titolare inamovibile…mah(85′ Blasi S.V.).

Pastore   7.5: Zamparini alla vigilia ha affermato che se la Juventus volesse il talento argentino dovrebbe sborsare 40 milioni di euro più Diego. Prima che a corso Galileo Ferraris ci pensino fossi nei panni del presidente rosanero mi accontenterei solo dei soldi…grandissima prova di Javier che dribbla tutto e tutti con una facilità disarmante.

Hernandez   5: unica nota negativa nella splendida serata della sua squadra. Praticamente inesistente(68′ Cavani   6.5: anche se in campo per poco più di 20 minuti l’attaccante uruguaiano dimostra di volere a tutti i costi il posto da titolare a discapito dello spento connazionale).

Miccoli   7: il Romario del Salento fa impazzire la difesa avversaria e porta in vantaggio gli isolani con un destro a giro da sogno. Lippi dovrebbe guardare anche nella linea offensiva del Palermo…(79′ Budan   6.5: crede ancora in Babbo Natale e fa bene…visto che appena entra in campo gli appare davanti ai suoi occhi travestito da Grygera e gli porge in dono il pallone per il 2 a 0 definitivo).

Antonio Pellegrino