Regionali Lazio: respinto ricorso Pdl a Roma

Una domenica davvero da dimenticare per il Pdl impegnato nella campagna elettorale. L’ufficio elettorale di Roma ha da poco respinto l’istanza presentata dal partito per l’accoglimento della lista provinciale di Roma dei candidati Pdl, in vista delle prossime elezioni regionali.

Una doccia fredda, che giunge all’indomani del “pasticciaccio” – legato alle irregolarità nella presentazione, da parte dell’addetto Alfredo Milioni, delle liste elettorali del partito – che potrebbe seriamente compromettere la partecipazione del Pdl alle consultazioni fissate per il 28 e 29 marzo. Almeno nel collegio di Roma e provincia.

“Per ora – ha fatto sapere Ignazio Abrignani, responsabile elettorale del Popolo della libertà  – faremo un nuovo ricorso all’ufficio centrale regionale della Corte d’appello”. Una dichiarazione particolarmente sintetica che lascia intuire il clima di grande preoccupazione ed ansia nello schieramento di maggioranza.

“Se confermato – ha invece commentato Pino Battaglia, consigliere provinciale di Roma – il respingimento dell’istanza del Pdl è un bene perché le regole non sono un optional come sembrano pensare alcuni suoi esponenti. Persino membri del governo e alleati del partito si sono dissociati da chi pretende di imporre l’illegalità. Una successiva riammissione, davanti ad una violazione palesemente sostanziale – ha rimarcato Battaglia – sarebbe davvero scandalosa“.

E un commento sull’incidente che potrebbe escludere il Pdl della provincia romana dalla corsa elettorale è arrivato anche dal ministro per l’Attuazione del programma, Gianfranco Rotondi. “Non è colpa dei dirigenti locali – ha detto – ma è la dimostrazione dell’incapacità complessiva del Pdl. Non vorrei fare un torto ai dirigenti del Pdl del Lazio – ha ribadito – e quindi preciso che l’incapacità a cui mi riferisco è un dato complessivo della gestione delle liste del Pdl in cui la vicenda romana si inquadra”.

A breve la candidata alla presidenza della Regione sostenuta dal Pdl, Renata Polverini, parteciperà a una conferenza stampa in cui riferirà gli ultimi aggiornamenti sul pasticcio elettorale e informerà sulle nuove eventuali strategie da adottare. “Sono molto meravigliata – aveva commentato ieri la stessa Polverini, appresa la notizia della mancata consegna delle liste elettorali al tribunale di Roma – anche perché la superficialità formale rischia ora di travolgere il Pdl nel Lazio e di compromettere la campagna elettorale”.

Maria Saporito