Cinema USA: ‘Shutter Island’ in testa. ‘Avatar’ scende al quarto posto.

Rispetto all’anno scorso, nei cinema americani si sta registrando un notevole incremento di incassi, weekend dopo weekend. Sicuramente il merito è da ricondursi al grandissimo successo di ‘Avatar’, con una media ancora invidiabile dopo ben 11 settimane di proiezioni, ma anche ad una vasta ed interessante gamma di pellicole ad oggi in circolazione. Ad esempio per questa settimana siamo al +7% rispetto ad un anno fa, per un totale di 120 milioni di dollari incassati dai primi 10 film in classifica, a dimostrazione che nonostante i gravi disagi causati dalle copiose nevicate sulla est coast gli scorsi venerdì e sabato, i titoli continuano a fare gola agli spettatori.

Martin Scorsese con il suo ‘Shutter Island’ rimane ancora in testa alla classifica, perdendo appena il 46% rispetto alla scorsa settimana, con un incasso di 22,2 milioni che lo porta a raggiungere i 75,1 milioni in totale a soli dieci giorni dall’uscita nelle sale cinematografiche. Al secondo posto c’è ‘Cop Out’ (da noi con il titolo ‘Poliziotti Fuori’), il film di Kevin Smith con Bruce WillisTracy Morgan che incassa 18,6 milioni; subito sotto, al terzo posto, con 16,5 milioni di dollari troviamo ‘The Crazies’, l’horror con Timothy Olyphant. Solo quarto posto per ‘Avatar’, che però continua a collezionare record. Il film di James Cameron perde infatti solo 13% rispetto alla settimana scorsa, incassando altri 13 milioni di dollari che lo portano oltre i 700 milioni totali negli USA. La Francia, dopo gli Stati Uniti, registra il secondo miglior incasso per la pellicola, con ben 169 milioni di dollari. All’estero il film perde il primo posto in classifica ma porta a casa altri 36,1 milioni di dollari in 70 Paesi; includendo anche gli incassi americani ‘Avatar’ incassa in totale qualcosa come 2,55 miliardi di dollari in tutto il mondo.

Il resto non riserva grandi sorprese. Netta e brusca caduta per ‘Wolfman’, che incassa appena 50 milioni di dollari e, considerando i 150 milioni spesi, costituisce un brutto colpo per la Universal. ‘The Ghost Writer’ di Roman Polanski, che da noi appare con il titolo ‘L’uomo nell’ombra’, in 43 cinema incassa 870mila dollari totali, per una media di 20mila dollari per sala. La prossima settimana, con l’uscita di ‘Alice in Wonderland’ di Tim Burton, senz’altro i calcoli saranno tutti da rifare.

Andrea Camillo