Isola dei Famosi 2010, il “burino” Davide Di Porto dalla trash tv all’ isola degli stenti

I primi giorni sull’ “Isola dei Famosi”, si sa, sono i più duri ed insopportabili da superare, tanto che può capitare che l’ atollo mozzafiato immerso nelle cristalline acque oceaniche dell’ Atlantico che risponde al nome di Cayos Perlas, da paradiso sulla terra possa trasformarsi nell’ isolotto della discordia.

Ed ecco che tra i naufraghi sbarcati sull’ arcipelago nicaraguaiano spunta il rude e maturo viso, accompagnato da un atletica ed allenata fisicità di Davide Di Porto, 48 anni, romano de Roma, come si suol dire e con energia da vendere. Di certo un bel punto di riferimento futuro per tutti gli altri concorrenti, 6 sono i non famosi che si stanno dando da fare per sopravvivere, ma il centurione della Roma popolare non si sta comportando come noi tutti ci aspettavamo alla vigilia;

magari era eccessivo immaginare che potesse costruire la capanna da solo, trasportare legni pesanti come macigni sulle sue spalle, partire all’ alba e ritornare al tramonto, portando con sè cesti pieni di una pesca più che miracolosa, per lo stupore dei cosidetti Nip. No, questo no, ognuno deve avere il tempo di ambientarsi, ma di sicuro il palestrato che tifa Lazio in modo sfegatato, con un discreto passato da stuntman, ha collaborato in qualche pellicola per Cinecittà e si è fatto scartare dagli autori del “Grande Fratello”, per un’ esuberanza e sicurezza di sè innata e troppo radicata, ci ha sorpresi nel modo stizzoso con cui approccia gli altri naufraghi non famosi.

E’ litigioso al pari di una nervosa soubrette preoccupata per una tintarella non omogenea e bivacca qui e li senza avere una meta fissa, magari anche facendo il prezioso quando tutti si rinfrescano dopo le fatiche di una giornata di estenuante lavoro, godendosi e giocherellando spensierati a riva, lui no, al massimo si concede qualche minuto sul bagnasciuga, scutando minaccioso l’ orizzonte. Vorrà mica catturare un’ esemplare di squalo bianco?

Da un personaggio che sta spopolando su internet con le sue storiche lezioni di fitness e ginnastica raccolte nel divertente contenitore salutistico “In forma con Davide” in onda su Flop.tv e che va fiero di frasi ad effetto che richiedono un ‘ impostazione vocale alla “Ivano” nell’ indimenticabile “Viaggio di Nozze”, del tipo “Mejo un giorno da leoni che cento da agnelli”, o ancora “Questi non sò du dorsali, sò ali de pipistrello” ci attendiamo molto di più, semplicemente più naturalezza e veracità che solo i romani d.o.c. sanno esprimerle al meglio.

Il consiglio per Davide, che finalmente ha raggiunto le tanto agognate luci della ribalta potrebbe essere di comportarsi come se fosse sulla spiaggia del Lido di Ostia ed allora si che il puzzle si ricomporrà alla perfezione.

Gionata Cerchiara