Lady Gaga Regina d’Inghilterra

Sexy e provocatoria, cantautrice ma anche coreografa e stilista, al secolo Joanne Stefani Germanotta, in arte Lady Gaga. E’ lei il tormentone mediatico del momento, è lei che a distanza di pochi giorni ha visto la Gran Bretagna intera prostrarsi di fronte al suo sound pop ballabile e prorompente.

Neanche due settimane fa, la sera del 16 febbraio, aveva dominato i Brit Award 2010 portando a casa ben tre premi: miglior artista internazionale femminile, miglior album e miglior rivelazione supportata dagli spettatori di Mtv. E’ riuscita a ripetersi nelle due date londinesi del suo tour europeo, il Monster Ball, un vero e proprio spettacolo diviso in quattro atti in cui il suo inconfondibile elettro-pop si mescola abilmente con le ricostruzioni di Manahattan, le danze erotiche, filmati da voltastomaco, luci, fuochi ed effetti speciali. Il tutto per creare due ore di puro delirio che hanno lasciato indubbiamente il segno all’O2 Arena di Londra.

La ventitreenne newyorkese che ammette liberamente di ispirarsi esteticamente ad Andy Warhol, il massimo esponente del movimento della Pop Art, è stata spesso paragonata all’altra stella mai cadente del pop americano ovvero Madonna. Paragone in alcuni casi fuori luogo in quanto per la sua completezza artistica Lady Gaga non ha nulla da invidiare a Lady Ciccone se non per la lunga carriera costellata di grandi successi. Per ora Stefani Germanotta ha tutte le carte in regola per tentare questa lunga scalata verso il firmamento del pop, compresa anche una probabile parentela illustre. Infatti il nostro connazionale Cristiano Malgioglio, in un intervista rilasciata al settimanale “Tv Sorrisi e Canzoni”, ha dichiarato che una sua bisnonna palermitana emigrata in America ha lo stesso cognome della popstar statunitense. L’autore di moltissimi dei testi delle canzoni di Mina ha inoltre aggiunto che sarebbe disponibilissimo ad una futura collaborazione se solo Lady Gaga glielo chiedesse.

Nell’attesa di questo improbabile duetto delle “cugine Germanotto”, per tutti i fan italiani dell’artista americana non resta che aspettare il mese di maggio, il più papabile per l’unica data del “Monster Ball Tour” nel nostro paese.

di Roberto D’Amico