Premi Oscar 2010: E’ corsa due fra ‘Avatar’ e ‘The Hurt Locker’

Anche quest’anno l’attesa per la consegna dei Premi Oscar si comincia a fare palpitante, nonostante si vociferi già da tempo su quali saranno i più probabili destinatari di alcuni riconoscimenti. Per il premio come miglior film, quello che sicuramente può dirsi il più importante, pare che in corsa siano rimasti solo due pellicole le quali hanno sbaragliato le altre concorrenti imponendosi con la prepotenza del successo. Il discorso miglior film vede perciò solo ‘The Hurt Locker’ ed ‘Avatar’ come i film papabili, entrambi con nove candidature.

La cerimonia, che ogni anno viene seguita da centinaia di milioni di persone in tutto il mondo, verrà trasmessa domenica 7 marzo. Gli organizzatori della Academy of Motion Picture Arts and Sciences hanno deciso di affidare il gravoso compito della conduzione all’attore americano Alec Baldwin assieme a Steve Martin, per dare un po’ di brio e movimento allo show.

Per essere una premiazione che si rispetti non devono però mancare le solite polemiche ed anche quest’anno gli Oscar non deludono nemmeno su questo fronte. E’ infatti emerso circa una settimana fa su alcuni giornali che Nicolas Chartier, il produttore di ‘The hurt locker’, pare abbia inviato delle email ad alcuni membri dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences, per come dire mettere in luce il suo film e cercare di convincerli a votarlo per le premiazioni finali. Ben consapevole di aver violato il regolamento, Nicolas Chartier ha fatto bene a scusarsi al più presto, ma sembra che le scuse non gli serviranno così tanto. Il produttore, infatti, potrebbe vedersi ritirato l’invito per la cerimonia, anche se un portavoce dell’Academy ha fatto sapere che la decisione definitiva verrà presa solo dopo che saranno stati raccolti gli ultimi voti.

“Non direi che c’è grande suspense, ma ci sarà senz’altro tensione fino all’annuncio del vincitore”, ha detto Dave Karger, critico cinematografico per il magazine Entertainment Weekly. Eppure quest’anno gli organizzatori ce l’avevano messa proprio tutta per dare un po’ più di suspense, a partire dalla scelta, mai avvenuta dal 1943 ad oggi, di mettere dieci film in lizza per la statuetta, contro i consueti cinque. Niente da fare, con ogni probabilità ormai sarà sfida a due: ‘The Hurt locker’ contro il blasonatissimo ‘Avatar’ di Cameron.

Andrea Camillo