Raimondo Todaro, diviso tra Ballando con le stelle e la sua scuola di danza in Sicilia

Uno dei più giovani e talentuosi ballerini del programma-talent di RaiUno, Ballando con le stelle, è senza dubbio Raimondo Todaro, amatissimo dal pubblico italiano.

Il giovane Todaro, ormai da qualche tempo ha una doppia vita, dividendosi costantemente tra la Capitale e la Sicilia, la sua terra di origine: “Ormai conoscono a menadito gli orari dei voli da Roma per Catania e da Catania per Roma. Infatti faccio spesso avanti e indietro tra queste due città perchè nella Capitale sono in pista tutti i sabati con Ballando con le stelle, mentre in Sicilia ho una scuola di danza tutta mia”, racconta Raimondo nel corso di un’intervista sulle pagine della rivista Tv Mia.

Dopo gli impegni che lo vedono coinvolto con le prove del programma, in cui indossa i panni del maestro di danza della giovane attrice Veronica Olivier, per la quale ha recentemente confessato il suo grande interesse, nato proprio in seguito al lavoro svolto finora insieme, Raimondo vola alla volta di Catania, dove lo attende la sua scuola di danza, aperta sette anni fa: “si chiama Sansei Sicilia e l’ho messa su insieme con mio fratello Salvatore, anche lui insegnanti di balli latinoamericani”.

Nella sua scuola, il ragazzo insegna samba, rumba, cha cha cha, paso doble e jive, anche se nel periodo di impegno presso il programma condotto da Milly Carlucci, scende nell’isola siciliana appena può, per aiutare il fratello nella gestione e nell’organizzazione della scuola, affidando dunque a Salvatore l’insegnamento delle materie latinoamericane, durante la sua assenza. Principali frequentatori della scuola, sono proprio i bambini, “e questo mi rende felice: d’altronde anche io, proprio come loro, ho iniziato a muovere i primi passi di danza giovanissimo”, commenta Raimondo. A cinque anni, infatti, il bravo ballerino era già innamorato della danza, tanto da vincere, a nove, il suo primo titolo nazionale. Da quel momento, da un punto di vista lavorativo a collezionato grandi successi, fino al culmine, arrivato nel 2005, anno in cui ha preso parte del programma di RaiUno: “Un colpo di fortuna: avevo solo diciotto anni…”.

Ma di fortuna se ne può parlare veramente poco, di fronte ad un vero e proprio talento della danza, che ha dimostrato, oltre alla sua bravura, anche un carattere forte e umile allo stesso tempo.

Emanuela Longo