Uomini e donne, puntata di oggi (01.03.10 parte 2). La scelta di Monica: fuori Samuele, ora tocca a Nicola

Trono femminile: Ramona (accolta da un applauso esagerato) è uscita con Maurizio, Stefano, Andrea e Mario (già beniamino del pubblico); Monica ha incontrato Samuele, Nicola ed Emiliano.
Oggi termina il trono di Monica.

Gianni ha commentato il no rifilato da Monica al corteggiatore (Fossi stato in lei, avrei scelto Samuele!).
“Io ho sicuramente fatto qualche errore, ma c’è stato poco tempo per conoscermi: a volte sono sembrato l’arrapato di turno. Sapevo che l’impresa era dura, ma a me le sfide piacciono: mi sono messo in gioco, ci ho provato. Mi dispiace perché lei è veramente bella, oggi forse ancora di più. Mi auguro che lei trovi quello che sta cercando”, così Samuele ha chiuso le discussioni in seguito decisione della tronista.

Maria ha quindi lanciato un RVM che racconta i momenti più belli tra Monica e Nicola: per lui è stato sicuramente un vero e proprio colpo di fulmine.
Abbiamo assistito ai primi dubbi di Monica, al crescere del rapporto tra i due (“Forse mi sono innamorato di lei”), alle confessioni di lei (Vorrei una persona come te, ma continuo ad orientarmi verso persone opposte…), alla nascita di qualcosa che poteva assomigliare davvero ad una storia d’amore; e poi al ritorno di Emiliano ed ai contrasti tra Monica e Nicola, alle follie d’amore (indimenticabile la sua versione di “A te”) ed alle accuse pesantissime del corteggiatore.
Nicola è quindi entrato in studio, ha lamentato la selezione dei momenti fatta dal filmato, prima che venisse mostrata l’ultima esterna fatta assieme a Monica.

Nicola ha portato Monica dentro lo studio vuoto e l’ha invitata a tagliargli ancora i capelli.
“Ho riflettuto, un pochino mi sono calmata. Nella foga è stato alterato quello che ti volevo dire” ha esordito lei.
Nicola ha parlato da uomo quasi rassegnato (Voglio finire ridendo con te), ma poi è iniziato il chiarimento vero e proprio tra i due: “Lo sai che ho tanto apprezzato la canzone: ho il foglio a casa, lo tengo e non voglio assolutamente perderlo. Mi sono arrabbiata e vedevo tutto nero perché volevo spiegarmi con te in esterna ed evidentemente non avevo dato il peso che hai dato te alle mie parole. Non farei mai uscire male te per giustificare la mia scelta: volevo solo farti capire come mi sentivo io, per evitare che ripetessi quei comportamenti. Se vogliamo ripartire facciamolo, ma partendo da questa chiarezza, così Monica ha spiegato la propria posizione.

GB