Home Anticipazioni

“Stagione della prevenzione”: visite veterinarie gratuite per un mese

CONDIVIDI

Sono oltre 3300, 500 in più rispetto all’edizione 2009, le strutture veterinarie che hanno aderito alla “Stagione della prevenzione”. Nelle cliniche appunto aderenti sarà possibile far visitare gratuitamente, da oggi fino al 31 marzo, il proprio animale domestico semplicemente prenotando una visita sul sito internet dell’iniziativa oppure tramite numero verde gratuito.

Siamo arrivati ormai alla quinta edizione ed il numero sia di veterinari che di “pazienti” aderenti cresce in maniera esponenziale. Già l’anno passato si era registrato il 40% di visite in più rispetto al 2008 di cui oltre il 70% eseguite su nuovi pazienti. In totale sono state 14000 i controlli eseguiti un anno fa, 5200 gli animali a cui sono state riscontrate patologie da trattare e 4800 quelli che hanno iniziato un trattamento per curarsi.  

L’iniziativa, che anche quest’anno è promossa dall’ANMVI, Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani e dalla Hill’s Pet Nutrition, è ovviamente patrocinata dal Ministero della Salute e dalla FNOVI, la Federazione Nazionale Ordini Veterinari.

“Ritengo necessario far comprendere ai proprietari di cani che solo una medicina preventiva consente di intervenire in fase precoce su patologie che possono degenerare e rendere inutile un tardivo intervento medico” è quanto afferma durante la cerimonia di presentazione dell’iniziativa il sottosegretario con delega sulla veterinaria Francesca Martini  che aggiunge “è proprio con frequenti e ripetute visite medico veterinarie che si possono prevenire patologie di questo tipo”.

Carlo Scotti, presidente dell’Anmvi, sottolinea invece il bisogno di riconoscere il ruolo sociale degli animali domestici e propone  “il riconoscimento di questo ruolo nelle famiglie e la possibilità di pensare ad un fisco etico sul fronte veterinario, in quanto nella nostra legislazione fiscale cani e gatti sono considerati beni di lusso ed è prevista l’Iva al 20% su tutto ciò che li riguarda, a partire dalle spese mediche”.

Dello stesso parere anche Marina Debernardi, amministratore delegato della Hill’s Italia: “In tempi di crisi economica iniziative come ‘La stagione della prevenzione’ possono stimolare le famiglie a non considerare la salute dei loro animali domestici come un qualcosa di superfluo”.

In un periodo in cui, specialmente su Internet, si sente sempre più spesso parlare di animali abbandonati o torturati, di combattimenti clandestini, di cuccioli importati dall’est Europa finalmente c’è una buona notizia che speriamo sia da esempio ai tanti che non considerano questi esseri viventi come tali ma come pupazzi oggetto dei loro interessi e dei loro divertimenti.

Roberto D’Amico

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram