Home Sport Volley – 11a giornata serie A1 maschile: Trento sola in vetta

Volley – 11a giornata serie A1 maschile: Trento sola in vetta

L’11a giornata di campionato del volley maschile (28 febbraio) ha visto di riposo l’Esse-ti Carilo Loreto e l’anticipo di sabato tra Yoga Forlì e Sisley Treviso. Giornata decisiva, in cui l’Itas Diatec Trento allunga in vetta, l’Acqua Paradiso Monza ferma la Lube Banca Marche Macerata, la Sisley Treviso così allunga e, nella parte bassa della classifica, l’Andreoli Latina riesce a portare a casa 1 punto.

Yoga Forlì – Sisley Treviso (0-3)

Il Forlì butta decisamente il primo set, dopo che conduceva 23-18 e 24-21.  Un secondo set senza grande storia, dove Piazza trova sempre il bandolo della matassa alternando i 3 martelli e la Yoga paga lo scotto del ko del set precedente. Sarà  il servizio di Fei a superare la Yoga nel finale del terzo parziale, con due ace che sbloccano il 21 pari. Treviso si conferma, la Yoga lascia il PalaFiera con la testa allo sprint finale.

Gli incontri di domenica:

Acqua Paradiso Monza – Lube Banca Marche Macerata (3-1)

L’Acqua Paradiso Monza non si ferma e continua a inanellare successi. A  farne le spese in questa giornata di campionato è la Lube Banca Marche Macerata, che gioca bene per oltre 2 set e mezzo, ma che non riesce ad invertire il trend positivo dei padroni di casa. Gli arancio blu trascinati, come sempre, da Gavotto (22 punti), giocano bene a muro e riescono a tenere le potenti battute di Macerata. Tra gli ospiti buona la prova di Cisolla e Omrcen.

Prisma Taranto – Trenkwalder Modena (1-3)

L’ingresso di Biribanti (23 punti) al posto di Dennis sul finire del primo set è stato decisivo ed ha contributo in maniera concreta al successo di Modena su di una Prisma Taranto come al solito in grado di giocare una buona pallavolo (primo set e buona parte del quarto), ma anche si accusare lunghi e pericolosi passaggi a vuoto.

Marmi Lanza Verona – Itas Diatec Trentino (1-3)

E’ stata una prestazione di cuore e di tecnica per entrambe le formazioni, che sono state applaudite da quasi cinquemila spettatori. Ma alla fine sono i Campioni del Mondo a far cadere al PalaOlimpia, dopo oltre due mesi di imbattibilità, la Marmi Lanza Verona. L’Itas in testa è sempre più primo mentre Verona resta salda a quota 41 punti.

Tonno Callipo Vibo Valentia – Bre Banca Lannutti Cuneo (3-0)

Clamoroso al PalaValentia, dove la Tonno Callipo batte la vice capolista Cuneo, entusiasmando il pubblico presente e dimostrando di essere ancora molto viva. Una partita davvero perfetta, quella giocata dalla Tonno Callipo, che in tre set ha saputo comandare il gioco, soffrire e rimontare per poi gioire per aver conquistato tre punti importantissimi. Gioco prepotente, buonissima battuta ed un muro davvero attento sono stati gli ingredienti della vittoria.

CoprAtlantide Piacenza – Aran Cucine Abruzzo Pineto (3-0)

Poco più che una formalità, questa partita, per i Campioni d’Italia che battono l’Aran Pineto. Quest’ultima gioca come può, sfruttando anche i cali d’attenzione dei padroni di casa, ma il divario tecnico è assolutamente incolmabile e alla lunga gli Emiliani hanno la meglio nonostante le assenze di Meoni e Marshall.

RPA-LuigiBacchi.it Perugia – Andreoli Latina (3-2)

Al PalaEvangelisti a vincere sono i padroni di casa, ma i pontini conquistano un punto, fondamentale in chiave salvezza. La RPA-LuigiBacchi.it comincia soffrendo nel primo parziale ed è lotta anche nel secondo set. L’Andreoli Latina è tenace e non molla mai la presa: con determinazione si impone anche nel quarto parziale e porta Perugia al tie break. Il quinto set è a senso unico: i padroni di casa dominano con facilità e vincono.

Emanuele Zambon

Comments are closed.