Calcio, inter: Moratti stregato da Mourinho

L’amore continua e a quanto pare proseguirà ancora per molto tempo.
A parlare è Massimo Moratti, sempre più convinto della possibilità di aprire un ciclo importante con il  tecnico portoghese alla guida dei nerazzurri per un amore a cui manca solo il successo europeo.
Mol­ti mi chiedono se sono vere tutte quelle voci sul futuro di Mourinho. Non vorrei sbagliarmi, ma ha un contratto di 3- 4 anni. Non c’è altra strada che all’Inter. Sono sicuro che resterà qui a lungo feli­ce e vincente. Vinciamo per rinnovare il rapporto”.
Per l’ex allenatore di Chelsea e Porto, infatti, sembra pronto il prolungamento del contratto fino al 2013 con adeguamento dell’ingaggio (da 11 milioni a stagione si passerà a 12/13). Adeguamento che, era già stato ampliato alla fine della passata stagione per paura delle sirene madridiste che volevano lo Special One pronto ad accomodarsi sulla panchina dei Blancos. Voci  poi smentite ufficialmente dal presidente delle merengues, Florentino Perez.  
Si moltiplicano, nel frattempo, i complimenti e gli attestati di stima del patron nerazzurro,  seguiti ora  anche da quelli del figlio Angelomario: “  E’ un grandissimo professionista. E’ pignolo, perfezionista, si sacrifica come se fosse sempre un fatto normale. Ha uno sti­pendio importante, ma se lo merita tutto”.
L’unico avvenimento che potrebbe scuotere questo idilliaco amore potrebbe essere l’eliminazione prematura dalla Champions League ad opera del Chelsea guidato da Carlo Ancelotti. Ma questa Inter sembra decisamente più forte e autorevole rispetto a quella di un anno fa, e quindi pronta per l’acuto continentale che manca dalla bacheca della Pinetina dal lontano 1964.  

In conclusione, Moratti, ha parlato anche di calcio mercato indicando l’obiettivo della prossima campagna acquisti che può far sognare tutti i tifosi nerazzurri. Si tratta di Steven Gerrard , capitano del Liverpool e  fuoriclasse che incrementerebbe esponenzialmente lo spessore del centrocampo interista.

Paolo Piccinini