Calciomercato Milan: arriva il nuovo Kakà, Piazon?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:34

Secondo il sito web milannews.it, i rossoneri starebbero portando avanti una trattativa con il San Paolo per portare a Milano quello che viene definito il nuovo Kakà.

Se così fosse, verrebbe mantenuta la linea del club di via Turati che punta sui giovani, meglio se brasiliani…Va ricordato che da qualche mese il Milan ha acquistato Rodrigo Ely, difensore di appena 17 anni. Piazon ne ha uno in meno.

Tuttomercatoweb parla dell’interesse di tanti club e descrive così il fantasista del San Paolo. “Lo scenario è quello del Sudamericano Under 15 appena finito di disputare in Bolivia, e che ha visto la vittoria in extremis di un buon Paraguay. Un torneo equilibrato, tanti buoni talenti, ma un fenomeno sopra tutti gli altri. Tre gol contro la Bolivia padrona di casa, tre gol contro il Venezuela, due gol contro il Chile, ed altri due nell’impegno finale del secondo girone contro l’Uruguay, reti che hanno tra l’altro permesso al Brasile di restare in corsa sino all’ultimo per la vittoria.

Totale: dieci realizzazioni. Una più bella dell’altra, che sono valse a Piazon il titolo di capocannoniere della manifestazione, addirittura doppiando l’accoppiata Batioja (URU) Caballero (PARA); e soprattutto l’unanime consenso della critica nel definirlo come il più fulgido talento della tradizionalmente prolifica fucina verdeoro.

Consacrazione che, tornando al discorso dei dati di fatto, non ha assolutamente lasciato indifferenti i talent scout dei club di maggior prestigio a livello internazionale, che hanno già iniziato a muovere le loro pedine prendendo i primi contatti con il suo club di appartenenza, il San Paolo appunto.

Più attaccante di Kakà, Piazon denota però diverse caratteristiche che hanno spinto i critici ad assimilarlo al fuoriclasse del Real Madrid. Innanzitutto la progressione. È difficile fermarlo quando parte palla al piede, sia per la velocità che per l’efficacia delle proprie abilità tecniche, che gli consentono di tenere il pallone quasi sempre incollato a sé. Il dribbling stesso, supportato dalla qualità classica verdeoro, è spesso imprevedibile per gli avversari, ed un fisico che promette piuttosto bene (170 cm a 15 anni) lascia intravedere per lui una provabilissima capacità di affermazione anche oltre oceano, nel ben più maschio calcio europeo. Adattabilità peraltro già testata con grosso successo nel recente Nike Youth club di Manchester, durante il quale per la prima volta ha posto le luci della ribalta su di lui, deliziando spettatori ed osservatori presenti con giocate di altissima scuola”.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!