L’ uragano Arisa a Pomeriggio Cinque: “Sono una pippa ma solo di nome”

Ospite di Barbara D’ Urso, al format pomeridiano di Mediaset “Pomeriggio Cinque”,  la travolgente e sempre sorridente Arisa, fresca reduce della sessantesima edizione del Festival di Sanremo e dell’ emozione, sempre viva del temuto palco dell’ Ariston, si è raccontata in modo molto confidenziale.

La cantante genovese si è sottoposta con semplicità ed un pizzico d’ ironia alle domande di una divertita Barbara D’ Urso che, con una veloce carrellata ha passato in rassegna gli esordi di Arisa fino al successo conclamato ed inatteso. Arisa, nome d’ arte acronimo dei nomi di tutti i componenti del suo nucleo familiare: Antonio (il padre), Rosalba (lei), Isabella e Sabrina (le sorelle), Assunta (la madre) si è fatta conoscere al grande pubblico dopo la partecipazione trionfante alla 59esima edizione del Festival di Sanremo e la vittoria nella categoria nuove proposte con il tormentone “Sincerità“.

Quest’ anno si è presentata tra i cantanti big ma le è andata meno bene, non conquistando uno scalino del podio sanremese, ma il singolo “Malamorenò” è uno dei più trasmessi sui circuiti radiofonici e scaricati del momento. I quesiti della D’ Urso non potevano non toccare la particolarità del cognome della cantante, al secolo Rosalba Pippa e sulla pesante eredità che questo portà con sè.

Arisa, che anche in questa occasione ha indossato la sua mise originale e vintage con gli immancabili occhialoni a forma di cerchio che l’ hanno resa famosa a Sanremo, non ha risparmiato aneddoti che le sono capitati nel corso degli anni, addirittura risalenti alla sua infanzia.

“I giornalisti in diverse circostanze fanno fatica a chiamarmi, a pronunciare il mio cognome e pur di non dire “Signorina Pippa” stanno in silenzio, ma credo che dipenda non dal fatto che si vergognino ma dal timore che urlandolo, pensano di prendermi in giro agli occhi degli altri, ma a me non interessa niente, ci sono abituata” – spiega Arisa con il suo solito candore da adolescente. Barbara D’ Urso le da man forte e le fa notare:

“Pensa a tutti quelli che a scuola ti hanno derisa per il tuo cognome…ora stanno letteralmente rosicando!” – battuta che ha divertito molto sia la cantante legata al fidanzato storico Giuseppe Anastasi, già autore dei testi dei suoi brani, sia tutto il pubblico presente in studio.

Gionata Cerchiara