Pakistan: rapito un bimbo inglese, chiesto riscatto di 100mila sterline

Sahil Saeed, 5 anni, rapito oggi in Pakistan

Il sito online della Bbc riporta la notizia che un bambino inglese sarebbe stato rapito da alcuni malviventi in Pakistan. Immediata è giunta la richiesta di riscatto per il rilascio del bimbo, fissato a 100mila sterline, poco più di 110mila euro.

Il piccolo, Sahil Saeed, ha appena 5 anni ed è originario di Oldham, un sobborgo del Lancashire, a 10 km dalla città di Manchester, nel centro dell’Inghilterra.

Sahil e la sua famiglia avrebbero dovuto fare ritorno in terra britannica proprio oggi, dopo un soggiorno di due settimane presso alcuni parenti pachistani.

A quanto riporta la Bbc, il rapimento è stato eseguito da quattro uomini armati, e con granate, che sono piombati nell’abitazione della famiglia, sorprendendo i presenti, con il solo obiettivo di prendere il piccolo. Tutte le persone che si sono opposte, oltre dieci, sono state malamente picchiate dal gruppo di sequestratori.

Le autorità inglesi sono in contatto con la famiglia e con la polizia pachistana, nel tentativo di trovare presto una soluzione, anche mediando con i rapitori. Inoltre è stata subito aperta un’inchiesta sull’accaduto, per individuare in quali circostanze si sia potuto verificare il rapimento e se, per quanto riguardo l’aspetto sicurezza, si poteva fare di più.

In Pakistan incidenti come questo sono piuttosto rari, ma alcune organizzazioni criminali, spesso di radice islamica, usano questo metodo per raccogliere soldi o per chiedere il rilascio di prigionieri in mano al nemico. Un fatto senza dubbio crudele ed eclatante, che sta sconvolgendo l’opinione pubblica anglosassone.

Talvolta la malvagità delle persone, e specialmente dei terroristi, non si ferma davanti a nulla. Un blitz mirato per rapire un bambino, che forse solo alla televisione aveva assistito a una scena del genere. L’unico augurio è che Sahil possa riabbracciare presto i suoi genitori.

Emanuele Ballacci