Uomini e donne, puntata di oggi (04.03.10 parte 3). E’ lite tra Vasco e Loredana

Rosa e Rosetta si sono innanzitutto complimentate con Maria per il vestito sfoggiato durante l’ultima puntata serale di “Amici”, quindi si sono accomodate tra Gianni e Tina.
Abbiam già formato due coppie, dobbiamo andare avanti!, così Maria ha aperto una nuova puntata del trono over.

Vasco è entrato in polemica con Loredana: “Tu non mi hai detto che mi consideri un’amica. Io non conosco la tua idea di ‘amicizia particolare’, se non ha interesse lo dica”, queste le accuse di lei.
Lui si è difeso spiegando di sentirsi ancora soltanto un’amico di lei (come di Annapaola), ma di non poter sapere a priori cosa accadrà conoscendole ulteriormente.
Rapidamente la questione è degenerata, Marisa ha detto bruscamente la sua e Vasco si è sentito talmente offeso da decidere di lasciare la trasmissione; Annapaola ha voluto dire la sua, prima che lui abbandonasse lo studio: “Siamo in una trasmissione televisiva: come si può pretendere che queste situazioni se scattano siano sincere??? Un’ ‘amicizia particolare’ può essere coltivata e da questa può nascere qualcosa”.
Rosetta ha messo rapidamente a tacere tutte le signore in studio (Se ne va via quello lì: vergognatevi tutte!!!) e Giancarlo ha provato a stemperare l’atmosfera: “Vorrei dedicare una canzone molto bella, molto romantica, che però potrebbe essere male interpretata: dedico a Gemma ed ai miei due grandi figli Que reste-t-il de nos amours”.

Vasco si è calmato ed è stato convinto da Carlo Alberto a rientrare, ma Loredana non è indietreggiata di un passo: Forse ci hai prese per imbecilli, ma io né sono imbecille né ho la gobba: non piango e non mi vado ad ammazzare se mi dici che non ti interesso, ma mi hai detto tutt’altro. Se uno parla di ‘amicizia particolare’ vuol dire che vuole coltivarla, fare qualcosa, invitare a cena… Non che dici amicizia particolare e poi stai per i fatti tuoi!.
Annapaola ha provato a schierarsi ancora una volta in difesa del “suo” uomo, venendo rapidamente messa a tacere.

GB