Bomba inesplosa davanti a casa del candidato Sindaco

E’ successo a Lamezia Terme, provincia di Catanzario, in Calabria. La città è nota anche per l’aeroporto internazionale che collega quella parte della Regione col resto del mondo. Salvatore Vescio, candidato a diventare primo cittadino con la lista civica chiamata  “Calabria domani” ha scoperto un ordigno inesploso davanti a casa sua. Il politico ha immediatamente sporto denuncia ai Carabinieri.

Sulla questione è intervenuto anche il presidente della Regione Agazio  Loiero che si è mostrato preoccupato: ”E’ un episodio inquietante, un atto intimidatorio vigliacco e gravissimo, che rischia di alterare le necessaria serenita’ della campagna alettorale, sul quale mi auguro si faccia luce al piu’ presto”.

Vescio deve vedersela con altri 4 candidati: due liste civiche analoghe alla sua e i due candidati maggiori, Gianni Speranza del centro-sinistra  e Ida Ippolito del centro-destra. Prima di candidarsi a sindaco era anche assessore provinciale ai lavori pubblici, carica che ha dovuto lasciare a causa della decisione di correre per diventare primo cittadino di Lamezia.

Candidato anche nella lista “Scopellitti presidente” alle regionali era però stato bocciato sempre per lo stesso motivo. Ancora Loiero:  ”Sono turbato e peroccupato e a Salvatore Vescio voglio esprimere tutta la mia solidarieta’ personale e istituzionale”.

Bisognerà ora capire da che parte è arrivata l’intimidazione; difficile però pensare che sia stata una questione puramente politica. Vescio ha poche speranze di vincere contro i due candidati  dei maggiori partiti italiani. Più probabile, forse, la pista che riguarda la sua carica precedente, quella di assessore ai lavori pubblici, dove potrebbe essersi scontrato, anche involontariamente con interessi molto potenti ai quali  ha pestato i piedi.Questa è però solo un’ipotesi. In ogni caso non si ha notizia di una qualche rivendicazione perpetrata, in alcuna forma possibile e sarà compito delle Forze dell’ordine scoprire l’origine dell’ordigno, contemporaneamente allo scopo per il quale era stato piazzato in quella molto significativa posizione.

A.S.