Calcio, Palermo – Liverani: “Attenti a Napoli e Juventus”

Se il Palermo occupa attualmente la quarta posizione in classifica il merito è anche suo. Parliamo di Fabio Liverani, mente del centrocampo di Delio Rossi, un giocatore che nelle ultime stagioni è tornato ai suoi abituali livelli divenendo un vero e proprio punto di riferimento per compagni e tifosi.

Intervistato sull’ottimo momento che i siciliani stanno attraversando, soprattutto dopo la bella vittoria di Torino contro la Juventus, invita però tutto l’ambiente a prestare molta attenzione a chi segue ed in particolar modo proprio ai bianconeri ed al Napoli “Sono proprio queste due squadre  le nostre due più pericolose avversarie. La Samp lo è un po’ meno, anche alla luce del fatto che la dovremo affrontare in casa” afferma l’ex capitano della Lazio.

Una qualificazione in Champions League sarebbe un evento storico non solo per il Palermo ma bensì per tutta la Sicilia. Fino ad ora i rosanero possono vantarsi di essere l’unica squadra dell’isola ad aver partecipato ad una competizione europea (la Coppa Uefa) e certamente vorrano rinverdire questo record, tuttavia l’impresa sarà ardua. All’orizzonte si prospetta la sfida di domenica contro il Livorno e Liverani lo sa bene “La partita di domenica è fondamentale perchè, se non dovessimo conquistare i 3 punti, la vittoria sulla Juve perderebbe importanza e consistenza. Conta, invece, se è suffragata dalla continuità dei risultati” dichiara il centrocampista.

Intanto la squadra è stata impegnata ieri in un test amichevole contro il Marsala, nobile decaduta del calcio Siciliano (ha lanciato giocatori come Marco Materazzi dell’Inter e  Patrice Evra del Manchester United) che attualmente milita in Eccellenza. La partita si è conclusa con la vittoria dei ragazzi di Delio Rossi per 6-0 grazie alle reti di Nocerino, Miccoli, Budan, Pastore ed alla doppietta del gioiellino Hernandez. Un test che ha permesso al tecnico romagnolo di provare Blasi come terzino destro Cassani sarà squalificato) e Bertolo al posto di Migliaccio.

Simone Meloni