Milano: oltre 500 fan in coda per incontrare Valerio Scanu

Folla impazzita ieri pomeriggio a Milano per Valerio Scanu, fresco vincitore del Festival di Sanremo. Sono stati oltre 500 gli ammiratori, e soprattutto le ammiratrici, che hanno affollato la libreria Mondadori di Corso Vittorio Emanuele II per il primo incontro ufficiale con il loro beniamino. Giovani e non, agguerrite e disposte a sopportare lunghe code pur di conquistare una copia autografata dell’album, una stretta di mano e una fotografia con Valerio. La maggior parte delle fan il cantante le conosce per nome perché, come spiega poco prima di incontrarle, «sono un fisionomista e mi ricordo sempre i volti. Con tante di loro, poi, parlo attraverso Internet».

Da quando ha vinto il Festival, Valerio non ha ancora avuto il tempo di riposare: «Tutto è successo in modo molto rapido, ma va bene così, questo è il mio lavoro», afferma il cantante della Maddalena. E risponde anche al settimanale “Oggi”, che continua ad alimentare la sua presunta rivalità con Marco Carta, altro cantante sardo uscito da “Amici”: «Mi dispiace che ci sia qualcuno che cerca di creare dissapori e contrasti dove questi non ci sono, mettendo in bocca a me e Marco parole che non abbiamo detto o travisando alcune informazioni. Io non ce l’ho con nessun Marco», smentisce categorico.

Così, lasciandosi scivolare addosso le critiche e le chiacchiere dei giornali, il giovane talento uscito dalla fucina di “Amici” preferisce concentrarsi sul lavoro. Con un disco appena uscito, un tour in partenza in primavera e la prima versione del video di “Per tutte le volte che…”, disponibile online da oggi, Valerio non può che essere soddisfatto: «Questo è il percorso giusto e l’album rispecchia esattamente il pop che voglio fare – spiega -. In futuro vorrei crescere, arrivare a riempire i grandi stadi ed essere all’altezza di star come Céline Dion».

Maria Elena Tanca