Senza Annozero, crollano ascolti Rai 2 ed è polemica

Non c’è Annozero, ed ecco come previsto il brusco calo degli ascolti di Raidue. La cancellazione del talk show condotto da Michele Santoro (ma noto ai più forse per la presenza di Marco Travaglio) a causa del regolamento sulla par condicio, ha provocato una perdita netta di 2.594.000 spettatori pari al 10.80% in termini di share nella fascia oraria compresa tra le  21,14 e le 23,40. In termini di audience sono stati dunque buttati per strada la metà circa degli ascolti del giovedì sera sulla seconda rete Rai. E’ quel che emerge dalle comparazioni dei dati Auditel effettuate dalla stessa redazione di Annozero.

Nella fascia oraria occupata dal popolare programma di Michele Santoro (21,14 – 23,40 appunto) – la seconda rete è stata seguita da 1.970.000 telespettatori (ovvero l’8,42%). Giovedi’ scorso, era il 25 febbraio, la puntata di Annozero (che, come ricorderete, era dedicata al caso Morgan) era stata seguita da 4.564.000 telespettatori (19,22% di share). Nella serata di ieri, Raidue proponeva il film La carica dei 101 dalle 21,04 alle 22,45: per “la carica” ci sono stati dunque 2.574.000 di telespettatori e il 9.66%. E per il prossimo giovedì c’è la seconda parte…Nuovo crollo di ascolti? Facile dire di sì.

La polemica è già scoppiata.  “Il conflitto di interessi ha colpito ancora. Ieri sera Raidue ha perso grazie alla soppressione di Annozero quasi due milioni di spettatori). Chi paga il conto? Prima era noto il nome del mandante politico del bavaglio ora è noto anche il nome del beneficiario economico. E il cerchio si è chiuso attorno al collo del servizio pubblico”. Lo ha affermato in una nota per la stampa Giuseppe Giulietti, parlamentare del Gruppo Misto nonché portavoce dell’Associazione Articolo 21.