Agatha Christie e la pubblicazione della vera storia dietro il suo “Trappole per topi”

 

E’ stato pubblicato ieri in Gran Bretagna un libro in cui si racconta la vera storia che ispirò alla nota e celebre scrittrice inglese Agatha Christie (1890-1976) il suo dramma “Trappola per topi” del 1952 e  rappresentato più e più volte senza interruzioni al New Ambassador Theatre di Londra dall’anno 1957 . Il libro è stato scritto da Terence O’Neill , uno dei testimoni della vicenda giudiziaria dalla quale il libro è tratto e a cui si è ispirata la regina del giallo, e si intitola “Someone To Love Us“, edito da HarperCollins.

Terence O’Neill ed il fratello Dennis furono adottati nell’anno 1945 da parte di una coppia di agricoltori britannici, Reginald ed Esther Gough, che avevano in proprietà una fattoria nello Shropshire. Ma quella famiglia adottiva apparentemente una salvezza per i due ragazzi si scoprì ben presto essere un vero e proprio inferno con tanto di sevizie, fame e botte; appena un anno dopo essere stati adottati Dennis, che aveva solo dodici anni, morì a causa delle percosse subite. Terence O’Neill all’età di dieci anni testimoniò nel processo per omicidio colposo contro i suoi genitori adottivi, i coniugi Gough, che furono alla fine condannati alla prigione e il cui caso fece enorme scalpore nella stampa britannica, aiutando e dando un proprio contributo al varo di una legislazione al fine di proteggere i bambini dalle crudeltà e dalle negligenze subite.

Questo caso giudiziario fu la principale fonte che ispirò Agatha Christie nello scrivere il dramma radiofonico “Three Blind Mice” che non molto tempo dopo fu tramutato nel testo teatrale “The Mousetrap(“Trappola per topi”) e che mette in scena e descrive un omicidio nella campagna inglese. Per ben 65 anni Terence O’Neill , che vive oggi nel Galles del sud, ha mantenuto il silenzio ma già da qualche tempo aveva iniziato a buttar giù le sue memorie e ricordi riguardo a quella tremenda esperienza vissuta da bambino; ormai ultrasettantenne Terence O’Neill ha interpellato la sezione per autori esordienti della HarperCollins, ha mostrato le diverse bozze della sua testimonianza e grazie all’aiuto di un editor è riuscito a pubblicare un libro contenente tutti i dettagli della vera storia che colpì e impressionò la stessa Agatha Christie, creatrice dell’indimenticabile personaggio dell’investigatore Hercule Poirot.

Rossella Lalli