Calcio, Serie B – Bisoli:”La partita si poteva finire”

Al termine dell’anticipo tra Cesena e Sassuolo, sospeso per neve, i tecnici delle due squadre sono molto critici circa la decisione del direttore di gara, il Signor Valeri di Roma, di sospendere la gara quando mancavano 17 minuti al termine.

L’allenatore del Cesena Pierpaolo Bisoli afferma ai microfoni: “Se abbiamo giocato a Trieste in quelle condizioni, si poteva continuare. Tornare per giocare 16 minuti non è una partita vera, non sarà facile. La palla scorreva, è chiaro che l’arbitro aveva difficoltà con le linee, ma si poteva aspettare e farle rosse. Comunque se l’arbitro ha deciso così…”, interpellato poi sull’esito della gara, almeno fino a quando si è giocata, risponde:“Abbiamo rischiato nei primi 7/8 minuti della ripresa, però anche noi abbiamo avuto le nostre occasioni. Credo che si andava verso il pareggio. Una buona partita, condizionata da questo maltempo finale”.

Sulla stessa lunghezza d’onda Pioli tecnico del Sassuolo, che dichiara:“Mancava poco se ha deciso così, evidentemente non si poteva andare avanti”. Il match dovrà essere disputato solamente per i 17 minuti rimanenti: “Sarà un’esperienza nuova, non sarà facile. E’ un’altra partita. Proveremo a fare il massimo e a vincerla”. Sulla gara invece dice:“Il rammarico è non aver almeno fatto un gol, lo meritavamo. Sono soddisfatto della prestazione dei miei giocatori con grande personalità. Non era facile dopo tre sconfitte consecutive”.

Dichiarazione quindi contrarie alla sospensione della partita ma forse non tanto per le effettive condizioni del tempo (la neve stava veramende cadendo copiosa) quanto per questa nuova regola di ridisputare la gara solamente per i minuti rimanenti. Come dare torto ai tecnici delle due squadre che dovranno di nuovo preparare la partita per 17 minuti? Una norma che non tiene conto soprattutto del pubblico pagante, i 14.ooo del “Manuzzi” dovranno infatti tornare allo stadio, sfidando di nuovo freddo e maltempo forse, per assistere a 17 minuti di partita? Per non parlare  dei tifosi ospiti che dovrebbero sobbarcarsi di nuovo un viaggio di 300 km tra andata e ritorno per assistere a 17 minuti di partita? Si parla tanto di volontà di riportare pubblico negli stadi italiani ma poi si fa di tutto per allontanarlo… Sarebbe stata certamente più saggia una norma che in questo caso dichiarava definitivamente chiuse le sorti del match. Ma siamo in Italia…

Simone Meloni