Concerto interrotto al Pantheon: ci sarà un’ispezione mentre il filmato gira su Youtube

il Pantheon

Sta facendo il giro del mondo, grazie alla diffusione assicurata da Youtube, il filmato che mostra ciò che è accaduto la scorsa Domenica al Pantheon a Roma.

Durante il concerto dedicato a Vivaldi del quintetto  russo Bach Consort una custode particolarmente zelante è salita sul palco a pochi minuti dalla conclusione dello spettacolo musicale, lo ha interrotto ed ha invitato le circa cinquecento persone spettatrici ad abbandonare il Pantheon poiché erano passate le 18, ora di chiusura domenicale. In tutta risposta si sono sollevate le proteste degli astanti che hanno però visto interrotto lo show.

Il video, come detto, è stato molto visualizzato sul sito Youtube e ciò ha senza dubbio portato un certo danno di immagine alla capitale, peraltro impegnata nella corsa alle Olimpiadi 2020.

Sebbene gli organizzatori del concerto abbiano riconosciuto le proprie responsabilità circa il ritardo con cui le musiche avevano preso ad essere suonate, diversi organi competenti si sono mossi per comprendere esattamente cosa sia accaduto e per sanzionare eventuali comportamenti scorretti dello staff di custodia del Pantheon. Il  Ministero dei Beni Culturali, attraverso l’operato del suo segretario generale Roberto Cecchi, ha disposto un’ispezione. Le parole del sottosegretario ai beni culturali, Francesco Giro, sottolineano come tale misura sia necessaria per “accertare le eventuali responsabilità del personale di custodia del Pantheon, a prima vista assolutamente inadeguato, nell’interruzione di un concerto a pochi minuti dalla sua conclusione”. Giro ha anche voluto porgere le proprie scuse ad sindaco capitolino Alemanno ed ai cittadini: “desidero esprimere le mie scuse al sindaco Alemanno e ai cittadini di Roma per questo atto di assoluta irresponsabilità compiuto da custodi che non hanno dimostrato alcuna consapevolezza del loro delicato ruolo e funzione anche culturale, del luogo in cui questo ruolo viene svolto, della città in cui essi esercitano la loro professione”.

Lo stesso Cecchi ha rincarato la dose asserendo che l’ispezione si sia resa necessaria per “assicurare ogni misura necessaria affinché simili spiacevoli episodi, soprattutto in monumenti di tale importanza, non possano più ripetersi”.

Il filmato dell’accaduto è presente al seguente link: http://www.youtube.com/watch?v=zUXd7U-A9FA

Valeria Panzeri