Bellagio, strangola la compagna per gelosia

una veduta di Bellagio

Ennesimo dramma passionale. Ieri sera verso le 19 Giuseppe Voci, camionista di cinquantacinque anni di origine calabrese, ha ucciso la propria convivente, Anna Maria Chesi di quarantasette anni. Entrambi erano divorziati con figli e convivevano da quattro anni.

L’assassinio è avvenuto in quel di Bellagio (CO), ridente cittadina ubicata sulle sponde del Lago di Como proprio all’intersezione tra i rami di Como e Lecco. La triste vicenda è iniziata con un litigio: il Voci era infatti convinto che la vittima avesse un amante. Il diverbio è poi degenerato fino a che l’assassino, in un impeto di rabbia, ha strangolato la donna con un cavo elettrico, probabilmente di una televisione.

A questo punto l’uomo ha preso a vagare senza meta sulla propria auto fino alla decisione di costituirsi, accompagnato dal proprio legale, presso la caserma dei Carabinieri di Oggiono (LC) circa alle 4.45 di notte. L’uomo, in evidente stato confusionale, ha immediatamente ammesso il proprio gesto ed è stato successivamente soggetto ad un interrogatorio, condotto dal pm Simona Pizzotti sostituto della Procura di Como. Il Voci è stato in seguito sottoposto a fermo carcerario per omicidio volontario e attualmente è rinchiuso nel carcere comasco Bassone.

La vittima, che di professione era assistente sanitaria, è stata ritrovata dai Carabinieri in camera da letto con evidenti segni di strangolamento.

Questo non è il primo omicidio che scuote Como e dintorni nelle ultime settimane. Poco più di un mese fa nella cittadina lombarda si era consumato un assassinio dai contorni macabri che aveva visto Alberto Arrighi, proprietario di un’armeria, uccidere e poi decapitare Giacomo Brambilla, un imprenditore lariano, e tentare in seguito di bruciare il capo della vittima, come riportato da Newnotizie. Due settimane fa circa un nuovo episodio che ha visto Carlo D’Elia uccidere con un colpo di pistola Antonio Correnti dopo una lite scaturita per ragioni di tipo economico.

Valeria Panzeri